Villadeste

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2018: sfilata di star sul Lago di Como

Villa d’Este 2018. Un magnifico contesto, una parata di star a due, tre e quattro ruote, scenari da film e un finale a sorpresa per il vincitore: il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2018 che si è tenuto domenica a Cernobbio ha avuto il suo culmine con la consegna del trofeo BMW Group alla Ferrari 335 Sport. Come momento finale del concorso, che si è svolto all’insegna del motto “Hollywood on the Lake” è stata eseguita la musica delle colonne sonore del film, come ha spiegato il Presidente della giuria Lorenzo Ramaciotti mentre conferiva il riconoscimento all’auto da corsa del 1958 che è stata scelta come “Best of Show”. Ad ottenere il secondo posto nelle preferenze del pubblico la più giovane di un decennio Alfa Romeo 33/2 Stradale. Il coupé è stato scelto dai visitatori come vincitrice della Coppa d’Oro Villa d’Este e del Trofeo BMW Group Italia. La vincitrice del Concorso di Motociclette è la Moto Major, una rarità del 1948.

Per tre giorni, i paesaggi pittoreschi del lago di Como, il sontuoso ambiente del Grand Hotel Villa d’Este e gli estesi parchi di Villa Erba hanno rappresentato il contesto perfetto per la sfilata di automobili e motociclette storiche, che hanno affascinato il pubblico e la giuria non solo per le loro straordinarie caratteristiche, ma anche per le loro interessanti storie. In tutto, i partecipanti hanno potuto ammirare 50 automobili classiche, 25 motociclette e 5 sidecar di tutte le epoche. La varietà dei veicoli che hanno preso parte alla manifestazione e la loro elegante presentazione hanno rappresentato anche questa volta l’elemento distintivo dell’iniziativa organizzata congiuntamente da BMW e dal Grand Hotel Villa d’Este, un appuntamento riconosciuto a livello globale come il più esclusivo e ricco di tradizione tra quelli dedicati ai veicoli storici.

Sfilate da film e numerose mostre hanno attirato migliaia di visitatori, che hanno approfittato della giornata di sole con temperature quasi estive. Per onorare il vincitore, si è però abbattuto domenica sera sull’iniziativa un temporale che ha abbassato le temperature.

Una volta la più veloce, oggi la più bella: la Ferrari 335 Sport premiata come “Best of Show”. Con la vittoria della Ferrari 335 Sport come “Best of Show”, il riconoscimento più importante della manifestazione è andato per la quinta volta consecutiva ad un veicolo di produzione italiana. La macchina vincitrice ha convinto la giuria con la sua tecnologia di primo livello e il suo perfetto stato di conservazione. “Abbiamo discusso molto e poi identificato insieme il vincitore” ha riferito il Presidente della giuria Ramaciotti “La Ferrari 335 Sport era in passato la macchina più potente del marchio e per molto tempo rimase anche la più veloce”.

La Ferrari 335 Sport era nella categoria “Speed Meets Style: the Flowering of the Sports and Racing Cars”, tra le macchine da corsa italiane, inglese e tedesche degli anni Cinquanta e Sessanta, con spettacolari prestazioni e un design sorprendente.

Il veicolo vincitore del Concorso di Eleganza Villa d’Este 2018 è il più recente di quattro esemplari da allora prodotti di questa tipologia, il cui telaio di acciaio è caratterizzato da una superficie esterna di alluminio realizzata dalla Carrozzeria Scaglietti. La parabola sportiva di questa macchina venne oscurata da un tragico incidente durante la Mille Miglia del 1975, in occasione del quale 11 persone persero la vita. Questo portò alla fine definitiva della manifestazione. Il veicolo in mostra sul Lago di Como è del 1958 e il suo motore V12 permetteva di raggiungere una velocità di 300 km orari.

Coppa d’Oro Villa d’Este: la Alfa Romeo cattura il pubblico con la sua leggerezza. Il riconoscimento più tradizionale della manifestazione è stato assegnato anche quest’anno sulla base di un voto del pubblico. Vincitrice quest’anno della Coppa d’Oro Villa d’Este la Alfa Romeo 33/2 Stradale del 1968, nella categoria “New World, New Ideas: the Story of the GT”. I visitatori di Villa d’Este hanno potuto ammirare la carrozzeria del coupé che ha un motore sollevato di soli 99 cm e godere del rumore del suo motore V8. La macchina vincitrice è una di soli dodici esemplari, la cui carrozzeria è stata creata dall’allora designer della Bertone Franco Scaglione e completata artigianalmente. Grazie al telaio leggero e alla superficie esterna di alluminio la biposto pesa solamente 700 chilogrammi. Il proprietario, lo svizzero Albert Spiess, ha ricevuto con particolare gioia il riconoscimento: “Questo premio è davvero qualcosa di speciale per me. Essere premiati dal pubblico non ha paragoni”. Una sensazione che Spiess ha potuto rivivere nuovamente il giorno seguente. La sua Alfa Romeo 33/2 Stradale ha vinto anche il Trofeo BMW Group Italia, che è stato consegnato a seguito di una votazione da parte del pubblico. In particolare, ha conquistato gli spettatori più giovani ottenendo anche il riconoscimento Trofeo BMW Group Ragazzi.

Concorso di motociclette: il titolo “Best of Show” ad un pezzo raro del 1948. Dal 2011 le motociclette e i sidecar hanno un posto fisso nel programma dell’iniziativa sul Lago di Como. Dopo la Street Run per le strade di Cernobbio, il premio per una motocicletta del 1948 ha rappresentato un momento chiave dell’ottavo Concorso di Motociclette. La giuria di esperti internazionali guidata dal Presidente Carlo Perelli ha scelto di premiare una rarità proveniente del Museo tedesco di veicoli a due ruote di Neckarsulm. La motocicletta deve la sua inconfondibile struttura di un esperto come il costruttore italiano Salvatore Maiorca, che utilizzò componenti integrate in gomma già sviluppate nel settore aeronautico. La carrozzeria aerodinamica e il prototipo vennero sviluppate proprio dal dipartimento della Fiat per l’aeronautica. Anche in questo caso non è mancato il contributo del pubblico. I visitatori hanno scelto una Brough Superior SS80 come loro veicolo preferito. Il proprietario, lo svizzero Daniel Kessler, ha ottenuto così il Trofeo Villa Erba.

Tra tradizione e futuro: prototipi a due e quattro ruote. Tra le caratteristiche peculiari del Concorso d’Eleganza, la presentazione di prototipi in una categoria speciale della manifestazione. Gli organizzatori si rifanno in questo modo alle origini della competizione, che nel 1929 nacque come occasioni per i produttori automobilistici di esporre le loro ultime creazioni. Oggi questo rappresenta un modo di tenere insieme il passato e il futuro. Oltre alle concept car, sono apparse quest’anno anche concept bike. Il Design Award Concorso d’Eleganza per il settore automobilistico è stato attribuito alla Ferrari SP38. La Moto Guzzi Sogno si è invece aggiudicata il premio per la concept bike.

“Hollywood on the Lake”: Star dei film con le ruote. Nel corso della manifestazione, i visitatori sono stati riportati ai tempi d’oro del cinema. Una categoria, dal titolo “Hollywood on the Lake: Stars of the Silver Screen”, è stata dedicata a quei veicoli la cui storia è inscindibilmente legata alla metropoli californiana. Tra le altre, la Aston Martin DB5 che Sean Connery ha guidato in “Goldfinger” e “Thunderball” nei panni di James Bond e la BMW 507 di una della Bond Girls. La roadster apparteneva ad Ursula Andress ed era stata un regalo di Elvis Presley. Nel padiglione centrale di Villa Erba, BMW Group ha organizzato la mostra speciale “Movie Cars and Bikes”: i modelli esposti hanno avuto un ruolo di rilievo in grandi successi cinematografici. Dalla Mini di Mister Bean a veicoli originali della serie “James Bond” e “Mission Impossible”.

Per la prima volta al Lago di Como: la Rolls-Royce Cullinan e la motocicletta concept BMW 9cento. Due prime d’eccezione del BMW Group a Villa d’Este. La nuova Rolls-Royce Cullinan, il primo modello del marchio con trazione integrale e un portellone posteriore più grande ad essere presentato come un nuovo modello di guida di lusso su ogni superficie. La Rolls-Royce Cullinan consente ai passeggeri un’esperienza di viaggio all’insegna del concetto: “Effortless Everywhere”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *