parkhen

Incredibile a dirsi, però accade…

Rientravo verso casa e sull’autostrada A27 mi sono fermato nell’area di servizio Piave Ovest per guardarmi sul tablet le qualifiche della Formula 1 in Spagna.

Siccome faceva molto caldo e il sole picchiava duro ho scelto una zona ombreggiata vicino all’ingresso del punto di ristoro e, mentre mi accingevo a gustarmi il collegamento, ho notato una Mercedes un po’ datata che si è fermata pochi metri davanti a me. Il grande piazzale era deserto e si potevano contare soltanto due vetture parcheggiate, la mia e appunto la Mercedes da cui sono scesi un uomo sulla quarantina e una signora più giovane.

Perché mi sono incuriosito? Perché i due si erano sistemati esattamente sulla piccolissima area riservata ai portatori di handicap nonostante lì attorno ci fossero almeno una cinquantina di spazi liberi.

Non sono stato comunque il solo ad incuriosirmi perché nemmeno un paio di minuti dopo è arrivata una vettura della Polizia Stradale che deve aver pensato la mia stessa cosa. I due agenti sono scesi e hanno aspettato che i due uscissero dal bar, poi hanno chiesto al conducente i documenti ed hanno iniziato un controllo meticolosissimo alla vettura: fari, indicatori di direzione, stato delle coperture, bagagliaio, documenti della passeggera per finire con un lunghissimo interrogatorio. Non so come sia finita la questione perché io ero molto preso dalle qualifiche e non ho idea se ci sia stata una contravvenzione o meno. Di sicuro il conducente non ha passato dei momenti tranquilli e ben gli sta.

Resta comunque un mistero perché uno, con tutto lo spazio a disposizione si debba sistemare proprio dove non deve, e non tanto perché c’è un divieto generico quanto perché proprio nell’unica piazzola riservata ai disabili. Maleducazione, menefreghismo, oppure una insensibilità congenita? Di sicuro a uno così cialtrone io avrei tolto quei punti sulla patente che invece vengono automaticamente rapinati a chi supera anche di un solo chilometro i ridicoli e vigliacchi limiti di velocità esclusivamente per fare cassa. (quattroruote.it)

1 commento
  1. Michele
    Michele dice:

    Bel commento rovinato con la considerazione finale sui limiti di velocità. Perchè fa parte dello stesso malcostume all’italiana. Le regole sono intelligenti quando le rispettiamo e stupide quando ci costa fatica farlo. Ma le regole sono regole e vanno prese come tali, altrimenti si potrebbe dire che chi ha parcheggiato nel posto disabili non ha arrecato danno a nessuno, col piazzale completamente vuoto. e tutto diventa opinabile…

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *