GiuliaGTA

La Giulia GTA raccontata da chi l’ha concepita

Sta per concludersi l’anno in cui Alfa Romeo  ha compiuto 110 anni dalla sua nascita. Un anno difficile per tutti, ma gli uomini della Casa del biscione non sono stati con le mani in mano e oltre a vari progetti ancora coperti da riservatezza, quello dedicato alla Giulia GTA è stato svelato.  Arnaud Leclerc, Head of Alfa Romeo EMEA, Klaus Busse, Head of Design EMEA, e Fabio Migliavacca, Head of Product Marketing EMEA, raccontano in un video i retroscena dell’ambizioso  progetto Giulia GTA, la berlina sportiva più performante mai prodotta da Alfa Romeo. Una super car da guidare su strada e su pista

I tre protagonisti del video hanno voluto trasmettere le emozioni che hanno provato nel concepire una vera icona Alfa Romeo, progettando, disegnando e realizzando questa vettura, simbolo dell’italianità, delle performance, del design e del “saper fare” tipicamente italiano: dai primi schizzi alla messa su strada.

Prodotta in soli 500 esemplari, Giulia GTA insieme con la versione GTAm, dove “m” sta per modificata, è un ritorno alle radici del Marchio e un omaggio a uno dei modelli più rappresentativi del Biscione, la Giulia GTA del 1965, la “Gran Turismo Alleggerita” sviluppata da Autodelta a partire dalla Giulia Sprint GT, che collezionò successi sportivi in tutto il mondo.

“Il progetto Giulia GTA ha beneficiato della consolidata partnership con Sauber Group AG, sfruttando il know-how del comparto Engineering e Aerodynamics. –  evidenziano i progettisti – Forte di 50 anni di esperienza nel motorsport, di cui 27 in F1, Sauber Group ha maturato un’importante esperienza nella progettazione e nell’utilizzo del carbonio, oltre a competenze approfondite sull’aerodinamica. Il team svizzero, infatti, è uno dei pochi di F1 ad avere una galleria del vento di proprietà, a Hinwil, in Svizzera. Così Alfa Romeo ha affidato a Sauber Engineering la produzione di gran parte dei componenti in carbonio di GTA e GTAm. In particolare, quelli con un impatto aerodinamico come il nuovo paraurti anteriore, le minigonne laterali, l’estrattore, lo spoiler GTA e l’aerowing GTAm. Grazie alle ali anteriori e posteriori regolabili manualmente, Giulia GTAm è in grado di adattare il carico aerodinamico su qualsiasi pista o strada, a seconda delle richieste e delle preferenze del guidatore.”

“Il risultato – sottolineano ancora ad Alfa Romeo – è una vettura da togliere il fiato sia sotto il profilo estetico, con le grandi prese d’aria frontali e l’enorme spoiler di carbonio sul posteriore, sia sul fronte delle prestazioni. Il motore della Giulia GTAm è l’Alfa Romeo 2.9 V6 Bi-Turbo realizzato interamente in alluminio, capace di sprigionare una potenza di 540 cavalli e con un’accelerazione da 0 a 100 a dir poco fulminea: grazie al sistema di Launch Control, il cronometro si ferma a soli 3,6 secondi.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *