pagabolloauto

Ho pagato il “bollo”? Dove posso verificarlo ?

È vero, oggi con lo smartphone e un po’ di buona volontà è possibile organizzarsi segnando nel calendario le sempre più numerose scadenze relative a pagamenti vari. Fra questi c’è anche la tassa di possesso dell’auto/moto, il così detto “bollo”. Qui ci aiuta anche  internet, spesso apostrofato come strumento del demonio dai meno giovani, ma in realtà sempre più indispensabile, dove è possibile tenere sotto controllo i pagamenti da fare.

Dove si può pagare il “bollo”

Restando nel nostro argomento, è possibile pagare il bollo  sia mediante il web, sia presso gli abilitati come: tabaccherie convenzionate, tabaccai aderenti al polo lottomatica, agenzie di pratiche automobilistiche, uffici dell’ACI e presso gli uffici postali. In più si può ricorrere al proprio conto bancario online, quando  ha questa funzione. Ecco, solo per esempio, alcune banche che offrono questo servizio: Unicredit, Intesa San Paolo, Banca Carige, Unipol banca, Monte dei Paschi di Siena, Deutsche Bank.

Ma quanto dobbiamo pagare?

Il sito internet dell’Aci ha un’apposita sezione per il calcolo del costo del proprio bollo auto. L’accesso e le relative informazioni sono disponibili non soltanto per le regioni che sono convenzionate con l’Aci (cioè Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Sicilia, Umbria, Provincia Autonoma di Trento e Provincia Autonoma di Bolzano), ma per tutte le regioni italiane. Inserendo il numero di targa, senza spaziature, si può scoprire  l’importo. Ancora più utile è la possibilità di verificare se il bollo auto è già stato pagato, anche se bisogna tenere presente che non sempre i pagamenti effettuati attraverso soggetti non direttamente connessi agli archivi Aci sono immediatamente archiviati

Qualche Regione (poche) può utilizzate il sito dell’agenzia delle entrate

Solo per poche fortunate regioni italiane è anche possibile verificare il pagamento del bollo sul sito internet dell’agenzia delle entrate. Questo il percorso: cliccare nell’ordine partendo dall’home page.

  • cittadini;
  • pagamenti e rimborsi;
  • calcolo dei pagamenti;
  • bollo auto;
  • controllo pagamenti effettuati.

Finalmente si arriverà alla pagina dove si può trovare quanto cerchiamo. Tutto questo, però come detto, è possibile solo per alcune regioni, che solo: Friuli Venezia Giulia, Marche, Sardegna, Sicilia, Valle D’Aosta.

Noi però, che spesso siamo accusati di essere sempre un po’ troppo meticolosi e non usiamo più i post-it come quello della foto, vi consigliamo di costruirvi una bella pagina Excel, dove elencare tutte le scadenze e i pagamenti e non solo delle tasse automobilistiche.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *