Ferrari-SF90-stradale_600

Il Parere degli Esperti. Presentata la nuova Ferrari SF90 Stradale, ibrida da 1000 CV

È stato certamente un evento senza precedenti la presentazione alla stampa dell’ultima Ferrari sulla pista di Maranello. Evento senza precedenti perché solo qualche anno fa era impossibile, anche solo immaginare, che sarebbe arrivata una Ferrari “elettrica”. Ed invece eccola qui. Vediamo qui di seguito come gli Esperti  dei media italiani hanno accolto questa novità assoluta.

Ansa.motori.it – SF90 Stradale, la svolta ibrida della Ferrari

Auto che nel nome richiama il legame strettissimo con la Scuderia Ferrari F1 che compie 90 anni, il rapporto inscindibile tra la pista e, appunto, la strada. Nei numeri si dichiara da record: mille cavalli di potenza, sommando i 780 del propulsore termico ai restanti 220 forniti da tre motori elettrici, uno al posteriore e due sull’assale anteriore. Capace di passare da 0 a 100km/h in 2,5 secondi, da 0 a 200 in appena 6,7 secondi, ha una velocità massima di 340 km/h e stacca di un secondo sul circuito di Fiorano la LaFerrari, fin qui la Rossa più veloce.

 Affariitaliani.it – Ferrari al debutto con l’auto ibrida, nasce la SF90 Stradale

La Ferrari – si sa – osa, sempre e ora immagina la supercar del futuro, la prima ibrida di serie che nessun costruttore aveva ancora realizzato. Si chiama SF90 Stradale, un “mostro” da 1000 Cv, ed è stata appoggiata per la prima volta sull’asfalto della pista di Fiorano, proprio per simboleggiare quanta ingegneria della Formula 1 è contenuta nel nuovo bolide, il più veloce di sempre, in grado di raggiungere i 100 km orari in 2,5 secondi ma anche di viaggiare per 25 km con il solo motore elettrico.

Auto.it – Ferrari SF90 Stradale, ibrida da 1000 cavalli

Per la sua nuova Hypercar il Cavallino ha coniato uno slogan ambizioso che era riportato un po’ ovunque a Fiorano per motivare e ricordare ai progetti la sfida che li attendeva. “Dare to immagine”, che si potrebbe tradurre con “osare oltre l’immaginazione”.

Gazzetta.it – Svelata la Ferrari SF90 Stradale: è la più estrema. Ma è anche ibrida

Il mondo cambia con una velocità impressionante. E anche chi è legato alla storia e alla tradizione, si adegua. Oggi la Ferrari è entrata in una nuova era presentando, vicino alla pista di Fiorano, la sua prima vettura ibrida di serie. Si chiama SF90 Stradale, un nome che ricorda quello dell’attuale monoposto di F.1 e che, allo stesso modo, rende omaggio ai 90 anni di vita della scuderia. La grande svolta è rappresentata dall’unione di un motore endotermico, 8 cilindri a V di 90°, con tre propulsori elettrici (due all’anteriore e uno, MGUK, al posteriore). Il primo produce 780 Cv, gli altri ne aggiungono 220. Per arrivare alla magica cifra di 1000, potenza record per un’auto che, per quanto entrata nel pianeta plug-in, resta molto estrema.

Ilsole24ore.com – Ferrari SF90 Stradale, la prima ibrida plug-in da 1000 cavalli di Maranello

Per la prima volta su una Ferrari a listino viene proposta un’architettura ibrida di tipo Phev (Plug-in Hybrid Electric Vehicle) in cui il motore endotermico viene integrato a ben tre motori elettrici, due indipendenti sull’assale anteriore ed uno al posteriore tra motore e cambio. Nello specifico è spinta da un motore endotermico turbo a V di 90° in grado di erogare 780 cv, la potenza più alta mai raggiunta da un 8 cilindri nella storia della Ferrari. I restanti 220 cv sono forniti da ben tre motori elettrici, uno al posteriore, che deriva dall’applicazione in Formula 1 e per questo ne eredita il nome Mguk (Motor Generator Unit, Kinetic), collocato tra il motore endotermico e il cambio doppia frizione a 8 rapporti di nuova generazione, e due sull’assale anteriore.

Il fattoquotidiano.it – Ferrari SF90 Stradale, svelata la prima Rossa ibrida plug-in della storia

Il nome scelto per la nuova creatura di Maranello è un omaggio ai 90 anni della Scuderia, sottolineando ancora una volta lo stretto legame che intercorre tra i modelli di produzione e quelli da pista. Al 4.0 V8 biturbo da 780 Cv vengono affiancati ben tre motori elettrici, per una potenza complessiva di 1.000 cavalli, controllati e scaricati a terra grazie alla trazione integrale E-4WD. L’autonomia in sola modalità elettrica è di 25 km

Ilgiornale.it – La Ferrari si fa ibrida La più veloce di sempre silenziosa per la città

È la Ferrari di serie più veloce di sempre, la prima sportiva di Maranello con la trazione integrale. I suoi «cuori» elettrici le permettono di percorrere, in modalità zero emissioni, fino a 25 chilometri a una velocità massima di 135 orari. Con questa supercar, dunque, si potrà entrare nelle zone a traffico limitato scegliendo, dal tasto touch posizionato sul volante, la modalità eDrive, cioè «full electric». La SF90stradale sibilerà così nel traffico (caso unico, al momento, per una vettura del Cavallino), per poi scatenare il suo poderoso sound («quello che invoglia alla guida») una volta inserita una delle altre tre funzioni: Hybrid (la modalità standard di funzionamento); Performance (da preferire in tutte le situazioni in cui si vuole privilegiare il divertimento di guida); Qualify (qui si raggiunge la massima potenza del sistema: anche ai motori elettrici è consentito lavorare al top delle prestazioni).

Infomotori.com – Ferrari SF90 Stradale: la prima ibrida di serie di Maranello

L’auto mescola sapientemente le prestazioni di un V8 da 3,9 litri biturbo da 780CV a tre motori elettrici da 162 kW di potenza ibrida, due dei quali indipendenti sull’asse anteriore ed uno al posteriore tra propulsore e cambio, per offrire la trazione integrale, circa 1.000CV di potenza massima e 800Nm di coppia massima. Il tutto, a quanto pare, si traduce in un’accelerazione da 0 a 100Km/h in 2,5 secondi e una velocità massima di 340 km/h, risultando nettamente più efficace delle hypercar più blasonate degli ultimi tempi.

Lastampa.it – SF 90 Stradale, la svolta ibrida di Ferrari. Con mille cavalli è la più potente di sempre

È la Ferrari più veloce di sempre. Da 1 a 100 chilometri in 2 secondi e mezzo. Un mostro bellissimo da mille cavalli e 340 chilometri orari. La prima auto ibrida del Cavallino Rampante. Signore e signori ecco a voi la Ferrari SF90 Stradale. Linee da nave spaziale, prestazioni mai raggiunte prima e la sensazione nuova e un po’ strana di guidare una Ferrari silenziosa, scegliendo la modalità completamente elettrica e rinunciando per un attimo, per i 25 chilometri di autonomia dell’eDrive.

Motori.it – Ferrari SF90 Stradale: ecco la supercoupé ibrida plug-in da 1.000 CVRiflettori puntati sul nuovo corso del Cavallino: la big news abbina il V8 biturbo 3.9 a tre motori elettrici, un’impostazione aerodinamica dedicata e, su strada, spinge fino a 340 km/h. Oppure 25 km a zero emissioni.

Motori.corriere.it – SF90 Stradale, la prima Ferrari ibrida è la più potente di sempre

La SF90 Stradale è la dimostrazione di come le conoscenze acquisite attraverso le competizioni trovino immediata applicazione su di una vettura Ferrari di produzione. Ha un motore endotermico turbo a V di 90° in grado di erogare 780 cv, la potenza più alta mai raggiunta da un 8 cilindri nella storia del marchio. I restanti 220 cv sono forniti da ben tre motori elettrici, uno al posteriore e due sull’assale anteriore. Il cambio è a otto rapporti, la trazione integrale: uno step necessario per sfruttare appieno l’incredibile potenza messa a disposizione dal moto-propulsore ibrido e per diventare il nuovo riferimento per la partenza da fermo: 0-100km/h in 2.5 sec, 0-200km/h in appena 6.7 secondi .

Motori.messaggero.it – Ferrari svela SF90 Stradale, prima supercar ibrida plug-in della Casa di Maranello

La rivoluzione aveva preso le mosse tre anni fa, con la benedizione di Sergio Marchionne. Venne deciso che la Ferrari avrebbe dovuto aumentare la produzione (nel corso del 2019 saranno cinque le novità di Maranello) e proporre auto sempre più avanzate, innovative, prestazionali, capaci di andare oltre le aspettative, persino oltre i sogni dei suoi abituali clienti, come ha detto Louis Camilleri, l’attuale presidente di questa fabbrica di automobili che può anche permettersi di prendere sberle in Formula 1 senza per questo perdere un’oncia della sua straordinaria reputazione. In una sfavillante cornice di effetti speciali, l’erede di Marchionne ha presentato dunque il nuovo gioiello del glorioso Cavallino, consapevole di andare incontro a un ennesimo sold out: tante ne produco, e tante ne vendo, qualunque sia il prezzo e qualunque l’attesa (si prevedono tempi ancora lunghi).

Motorionline.com – Ferrari ibrida: svelati altri dettagli a ridosso dell’anteprima

La nuova Ferrari ibrida, nota internamente col nome in codice F173, proporrà prestazioni di altissimo livello, superiori anche a quelle della LaFerrari. Le indiscrezioni, non confermate, sul powertrain indicano la presenza del motore V8 biturbo da 3.9 litri di Maranello affiancato da tre motori elettrici, dei quali due azioneranno le ruote anteriori e uno, che sarà integrato nel cambio, muoverà l’asse posteriore. L’intero gruppo propulsivo dovrebbe sviluppare un potenza vicina ai 1.000 CV ed essere in grado di scattare da 0 a 100 km/h in appena 2 secondi.

Quattroruote.it – Ferrari SF90 Stradale 1.000 CV per la prima ibrida plug-in del Cavallino

La Ferrari SF90 Stradale inaugura una nuova era del Cavallino, quella dell’elettrificazione. La sportiva è infatti il primo modello di serie di Maranello a montare un propulsore ibrido plug-in, una soluzione che le ha permesso non solo di diventare la Ferrari stradale più potente della storia, ma anche di superare le 12 cilindri. Mille cavalli, 780 dei quali erogati da un V8 sovralimentato, possibili grazie all’adozione di tre motori elettrici. Uno è integrato nel cambio, mentre gli altri due azionano in maniera indipendente le ruote anteriori. I prezzi della SF90 Stradale saranno svelati nei prossimi giorni e le prime consegne sono previste nei primi mesi del prossimo anno.

Quotidiano.net – Ferrari SF90 stradale, la svolta ibrida di Maranello (da 1.000 cavalli)

Tra le tante novità, un altro esordio su una Ferrari. Il cluster centrale è ora costituito da un unico schermo digitale (nessun tasto fisico) ad alta definizione da 16 pollici, curvato verso il pilota per facilitare la lettura ed enfatizzare l’effetto da cockpit avvolgente tipico delle monoposto di Formula Uno. Una prima assoluta per un’auto di serie.

Repubblica.motori.it – SF90 Stradale “Ferrari ibrida, pietra miliare della storia”: la prima di serie

Per raccontarla, come dicevamo, ci sono “4 numeri”. Cominciamo da 1.000, ovvero l’incredibile numero di cavalli della supercar, ottenuti dalla somma dei 780 del motore V8 turbo (il più potente di sempre) e i 220 dei tre propulsori elettrici. Il tutto porta ad un’accelerazione di 2,5 secondi (ecco il secondo numero) necessari per passare da 0 a 100 orari (velocità massima di 340 km/h). Il terzo numero è un 4 che indica le quattro ruote motrici, condizione necessaria per sfruttare appieno l’enorme potenza messa a disposizione dai motori. Una trazione integrale “unica”, in quanto permette di controllare la trazione di ogni ruota aumentando notevolmente l’agilità e l’entrata in curva. “In pratica”, dice Michael Leiters, capo dello sviluppo tecnologico, “è come se togliessimo 200 chili dalla vettura”. Infine, il 25. Altro numero rivoluzionario in quanto rappresenta i chilometri di autonomia in modalità completamente elettrica della SF90 Stradale.

Sportmediaset.it – Ecco la SF90 Stradale: la prima Ferrari ibrida

Dalla Formula 1 alla strada: Ferrari ha presentato la SF90 Stradale, la prima vettura ibrida di serie della storia del Cavallino. Con la stessa tecnologia utilizzata da Vettel e Leclerc è nato il modello che celebra i 90 anni di vita della scuderia. Motore da 8 cilindri a V di 90° e tre propulsori elettrici (due all’anteriore e uno, MGUK, al posteriore). Si arriva a 1000 cv, potenza record per un vettura molto estrema. Prezzo ancora top secret, ma dalle prime indiscrezioni il valore dovrebbe essere di circa 600mila euro.

Tg24.sky.it – Ferrari, presentata la nuova SF90 Stradale: è la prima Rossa ibrida.

La SF90 Stradale è dotata di trazione integrale, sperimentata anche in Svezia, su una pista ghiacciata. “È il secondo dei cinque modelli che presenteremo quest’anno: un numero di lanci che non ha precedenti nella nostra storia, che permette alla Ferrari di schierare la gamma più ampia e completa di sempre”, ha detto l’ad Camilleri.

 

2 commenti
  1. Vincenzo Bajardi
    Vincenzo Bajardi dice:

    Ho letto quanto è stato scritto sulla Ferrari con la…scossa. Ma cari colleghi l’ing. Enzo Ferrari non l’avrebbe mai voluta in listino!

  2. Ricky
    Ricky dice:

    Ma mettere la foto della macchina giusta di cui si parla era troppo? Eppure ne sono uscite di foto…

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *