madaro

Pedaggio autostrade: minori aumenti con il nuovo sistema tariffario

Con il “price cap” gli aumenti dei pedaggi saranno legati al miglioramento del servizio offerto e si prospetta anche una riduzione dei prezzi in base al guadagno delle società concessionarie.

L’Autorità di regolazione dei trasporti (Art) ha avviato una delibera volta a stabilire i nuovi criteri su cui si baserà il nuovo sistema tariffario di pedaggio delle autostrade italiane. Secondo quanto apprendiamo tramite il suo sito internet, il nuovo sistema sarà fondato sul principio del “price cap”, nel quale gli aumenti delle tariffe saranno legati al miglioramento del servizio offerto con determinazione dell’indicatore di produttività a cadenza quinquennale, e le tariffe potrebbero persino vedere delle riduzioni in caso in cui vi siano degli extra ricavi in favore delle concessionarie, dovuti ad un traffico veicolare maggiore rispetto a quanto preventivamente stimato.

La nuova deliberà entrerà in vigore fin da subito con quelle concessionarie che attualmente stanno procedendo al rinnovo del loro piano economico finanziario, mentre sarà attivata solo successivamente sulle altre concessionarie non appena vi sarà anche per queste la necessità del rinnovo dei rispettivi piani finanziari. Sulle concessioni, inoltre, vi sarà la vigilanza non solo del Ministero delle Infrastrutture e del Trasporti ma anche della nuova agenzia (la Ansfisa) istituita dal decreto Genova. Vi sarà, infine, tempo fino al 29 marzo per i gestori per poter avanzare osservazioni e proposte di modifica. (automobilismo.it)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *