cartellistradali

Sempre meno patenti di guida per i giovani (-8,4) e sempre più care (fino a 1054 €)

In media servono 1.054 euro per arrivare all’esame a Milano, 200 in meno a Roma e a Napoli. E dal 2012 i giovani che hanno ottenuto il permesso di guida sono diminuiti del 8,4%

Ai giovani guidare interessa sempre meno, e questo è un dato accertato e ormai “digerito”. Come quello che certifica il calo della domanda di rilascio della patente. La novità semmai è l’incidenza del costo per l’ottenimento dell’autorizzazione alla guida che, viste le cifre, potrebbe anche essere una delle ragioni che spinge alla disaffezione nei confronti del volante. Contribuisce a insinuare questo dubbio un’interessante inchiesta realizzata in incognito nelle autoscuole di Milano, Roma e Napoli e pubblicata sul numero di luglio dal mensile “Quattroruote” in edicola oggi.

Ebbene, per un corso di guida per l’ottenimento della patente B (quella cioè delle autovetture “normali”), comprensivo di lezioni di teoria, 10 ore di lezioni di pratica, 6 ore di guida certificata (ovvero obbligatoria per legge, due delle quali in autostrada o su strade extra-urbane e due in orario notturno) e due esami, a Milano si spendono mediamente 1.054 euro. Una cifra impegnativa e destinata a diventare più alta qualora l’aspirante patentato abbia bisogno di un ulteriore numero di lezioni di guida o debba ripetere l’esame di teoria o di pratica, come statisticamente capita al 56% dei candidati. I bocciati ai quiz al primo “tentativo” infatti sono il 32%, mentre il 24% viene bocciato alla prova pratica d’esordio.

L’investimento minimo da programmare per arrivare all’esame a Milano è comunque di 920 euro (ma alcune scuole chiedono fino a 1.253 euro). La cifra scende mediamente di circa 200 euro a Roma e a Napoli, città che per il rilascio dell’autorizzazione alla guida risulta più cara della capitale (da 690 a 880 euro). “Quattroruote” ricorda quanto sia importante comunque non lesinare sulle spese, se questo consente al neo automobilista di mettersi al volante in condizioni di sicurezza. Resta il fatto che nel 2016 i giovani tra i 18 e i 19 anni d’età che hanno preso la patente sono stati 287.551, l’8,4% in meno rispetto al 2012. (avvenire.it)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *