Enrico-Crippa-chef

Sette domande a Enrico Crippa

Enrico Crippa, lombardo atterrato ad Alba, uno dei pochi chef italiani a vantare 3 stelle Michelin.

Cresciuto alla scuola di Gualtiero Marchesi, ha lavorato con alcuni tra i più’ grandi chef europei, compreso Ferran Adria. Poi tre anni in Giappone per un’esperienza fondamentale nella sua crescita .
Nel 2003 l’incontro con la famiglia Ceretto, il vino delle Langhe per antonomasia,  con cui avvia il progetto del ristorante Piazza Duomo ad Alba 

1 – Un pilota di Formula 1, di ieri o di oggi, che vorrebbe a cena nel suo ristorante Piazza Duomo ad Alba ? 
Niki Lauda

2 – Cosa gli preparerebbe ? 
Il meglio della stagione


3 – La sua prima auto ? 
Una Ford Escort SW 16V

4 -Un viaggio che rifarebbe, e con chi  
A New York con Silvia, la mia compagna

5 – Auto elettriche o a gas ? Cucina elettrica o a gas ? 
Ho avuto l’opportunità di provare un’auto elettrica e non escludo di comprarne una in futuro. La cucina l’ho sempre preferita a gas, ora sono convinto dell’utilizzo di quella elettrica

6 – La tecnologia in cucina e in automobile. Lei è a favore ? Fino a che punto ?  
Sono a favore della tecnologia che sia utile per la comodità dell’uomo. Senza eccessi

7 – Fermarsi a pranzo o tirare dritto quando si viaggia ?
Personalmente tiro dritto, a meno che non sia un viaggio teso ad andare a trovare qualche collega

7bis – Competizione in pista e in cucina … C’è adrenalina in cucina ? 
Sì, vi è molta adrenalina. Il servizio in cucina si nutre di adrenalina

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *