francois

Sette domande a Olivier Francois

Olivier François è Head of Fiat Brand e Chief Marketing Officer FCA e membro del Group Executive Council (GEC) 
Per chi frequenta il mondo dell’auto, del marketing e della comunicazione, non ha bisogno di presentazioni.
Olivier Francois è un marchio di fabbrica o, forse meglio, di Fabbrica.
È parigino, italiano, americano, holliwoodiano. Pochi al mondo hanno un file di contatti di dive/i e non solo, come il suo.
Ma prima di tutto è un personaggio e un professionista sorprendente, fantasioso, visionario. Anche poetico.
E le risposte alle nostre domande lo confermano ancora una volta.

1 – La tua prima auto.
La vecchia Simca 1100 Horizon di mia madre. Per ricordarmi che nessun Brand è immortale in assenza di visione, di leadership… e di una storia d’amore autentica e duratura con i propri clienti.

2 – La tua strada del cuore
La 66 ovviamente ( https://it.wikipedia.org/wiki/U.S._Route_66). Con la play list giusta, da Patsy Cline a Morricone.

3 – E dopo la curva ?
…ci sarà il lungo, bellissimo, rettilineo della mobilità sostenibile. Entreremo nell’era della nuova 500. Elettrica naturalmente… perché da 63 anni guarda al futuro.

4 – Salga…quella volta che hai fatto salire un personaggio di Hollywood
L’ultimo è stato Leonardo Di Caprio nella nuova 500. Gli è piaciuta così tanto che ha confessato che sarebbe andato di corsa a comprare azioni FCA.

5 – In viaggio con …, un viaggio in Italia in compagnia di …
Una volta ho proposto a Lady Gaga di portarla con una Fiat a scoprire la terra delle sue radici, un paese siciliano vicino a Messina, chiamato Naso.  Spero di riuscire a farlo un giorno.

6 – Quella volta che con Marchionne eri in auto e…
… mi annunciò che i freni della macchina erano completamente andati. Era a 300 all’ora sul circuito di F1 di Istanbul, a margine del lancio della Fiat Linea nel 2007.

7- E in questi giorni, ti manca l’auto ?
Si, mi manca l’auto. Ma di certo non quella che uso per portare il mio computer da casa all’ ufficio ogni mattina.
Abbiamo imparato (sulla nostra pelle) che questo non ha più senso. Mi manca la spensieratezza di una gita fuori porta in famiglia.
Abbiamo imparato (sulla nostra pelle) che questo è il massimo del lusso.

1 commento
  1. Renato Ronco
    Renato Ronco dice:

    Olivier Francois: persona preparata e brillante, non stento a credere che abbia un’agenda siderale. Eppure ebbe i suoi momenti difficili. Ricordo che era da poco nella galassia Fiat senza una posizione chiara. Eravamo a bordo della portaerei Cavour per il lancio della Punto Evo e Montezemolo gli disse: “ so che domani Lei parte con Marchionne per gli States”. Lui non lo sapeva ancora: sarebbe partita da lì la sua grande carriera!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *