2classicdays

Tanti gioielli italiani al 10° “Classic Days” tedesco

In questo primo week end di agosto si svolge in Germania il 10° “Classic Days”, uno dei più grandi eventi dedicati alle vetture storiche che si tiene presso il castello medievale Schloss Dyck, poco lontano da Düsseldorf. Al prestigioso appuntamento dove sono attese oltre 40.000 persone, saranno presenti, con tanti preziosi esemplari d’epoca, i marchi del gruppo FCA: Abarth, Alfa Romeo, Fiat, Jeep e Lancia
In particolare, Abarth affronterà il circuito di circa tre km attorno al Castello Dyck con due auto da corsa della storica Formula Abarth e dell’attuale ADAC Formula 4 powered by Abarth. I colori di Alfa Romeo sono rappresentati da due autentiche leggende dell’anteguerra, la 6C 1750 e la 8C 2300, seguite dalla  Giulia TZ1 con telaio tubolare e carrozzeria in alluminio e dalla Giulia Sprint GTA, una delle Gran Turismo di maggior successo degli anni 60. Fiat rende omaggio alla Mille Miglia con due versioni della Fiat 1100 che saranno accompagnate da un veicolo di assistenza del team Fiat Corse dell’epoca. Jeep partecipa all’evento con l’antenata di tutti i moderni fuoristrada, una Willys MB del 1945. Anche Lancia schiera tre gioielli di assoluto prestigio, tutti provenienti dalla Collezione ufficiale: la Lancia D25, con cui il cinque volte campione del mondo di Formula 1 Juan Manuel Fangio partecipò al Tourist Trophy del 1954; un esemplare stradale della Lancia Stratos HF, con cui la Casa torinese vinse per tre volte consecutive (dal 1974 al 1976) il  Campionato Mondiale rally; e la Lancia Flaminia Loraymo, è un esemplare unico del 1960 realizzato per se stesso dal grande designer francoamericano Raymond Loewy, che disegnò, fra l’altro la bottiglia della Coca Cola.
Come rappresentati dell’attualità, tre successi contemporanei, l’ Alfa Romeo 4C, il crossover Fiat 500X e il SUV compatto Jeep Renegade, accompagneranno le mitiche storiche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *