ronco

Un’intera settimana dedicata ai libri di automobilismo

Nell’ambito della manifestazione “ Bookcity” a Milano, una settimana all’insegna del libro, ha trovato uno spazio interessante anche il mondo dei motori. I curatori di questa maratona sono stati Luca Delli Carri, giornalista e scrittore che al mondo dei motori ha regalato nell’arco di vent’anni alcune splendide opere, e Gippo Salvetti con Giamba Panigada.

In un ambiente accogliente e davvero inneggiante ai motori, nella sede di Motosplash, fra cimeli e videogiochi motoristici, con una mostra dedicata a Clay Ragazzoni ed una esposizione di splendide Alfa Romeo d’epoca – tra le quali alcune protagoniste della saga agonistica delle rosse milanesi – si è svolta la Motormaratona libraria.

Nove libri dedicati all’auto hanno interessato il pubblico intervenuto con una cadenza da Gran Premio: un libro ogni ora con la presenza degli autori e di validi personaggi che con i loro interventi hanno appassionato l’uditorio.

Dalle 13 di sabato 16 ottobre fino alle 23 è passata in rassegna quasi tutta la storia motoristica, sia quella sportiva che quella suggestiva legata al prodotto.

Nell’ordine si è partiti dal mito della Milla Miglia, con le immagini del fotografo Attilio Facconi, per poi passare all’arte della carrozzeria italiana con Alessandro Sannia e Giovanni Bianchi Anderloni, nipote del fondatore della carrozzeria Touring.

Quindi spazio all’avventura umana e sportiva di Ignazio Giunti introdotta dal giornalista Gianluca Gasparini e narrata dal nipote del campione romano Vittorio Tusini Cottafavi. A seguire Fabio Morlacchi ed Enrico Fumia hanno ragionato sulla grandezza dell’Alfa Romeo per poi passare alla commovente e tragica storia dei 5 giovani piloti Formula 1 della Ferrari Primavera che conobbero il successo ma anche la morte negli anni ’50: un appassionante libro di Luca Delli Carri presentato con Alberto Saibene.

E’ stata poi la volta del personaggio più eclettico delle corse, Giorgio Pianta, pilota e tecnico protagonista di più di mille gare presentato dall’autore Luca Gastaldi introdotto dal sottoscritto.

Non è mancato lo spazio per il collezionismo, il patrimonio d’arte rappresentato dall’automobile e descritto da Raffaele Polonio e Luca Morazzoni, per arrivare alla Formula 1 con l’intervento di Nestore Morosini ed Adriano Salvati ad introdurre il libro dedicato a Michele Alboreto e scritto dal fratello Ermanno.

Per concludere poi con l’affascinante storia del Tourist Trophy, di Marta Covioli e foto di Diego Mola che hanno evocato la suggestione delle corse motociclistiche su strada.

Un invito alla lettura, un cammino appassionante che ha celebrato il mondo dei motori portandolo alla dignità di una settimana del libro in una città: il “Bookcity” di Milano.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *