CES2021

Al Ces, Bmw, Mercedes e GM, ma anche strane “diavolerie”

L’interazione fra conducente e veicolo acquista di anno in anno nuove dimensioni. Al CES (Consumer Electronics Show) di Las Vegas, conclusosi in via virtuale, il 14 scorso, Bmw l’ha resa ancora più intelligente e digitale.

Protagoniste di questo affascinante viaggio nel tempo la serie 7 del 2001 (a bordo della quale era stata montata la prima generazione del sistema iDrive) e la iX, che arriverà nella seconda metà dell’anno sul mercato dallo stabilimento di Dingolfing e in cui sarà disponibile per la prima volta la nuova generazione del display e del sistema operativo.

Vent’anni addietro il brand tedesco aveva rotto le vecchie abitudini, liberando l’abitacolo dai numerosi pulsanti e comandi. Al loro posto sono arrivati uno schermo a colori nel cruscotto (il Control Display) ed una manopola rotante sulla consolle centrale (l’iDrive Controller). Questo sistema multifunzionale consentiva a chi sedeva al volante di controllare gran parte delle impostazioni della vettura, le funzioni di intrattenimento, navigazione e telecomunicazioni attraverso un unico strumento operativo.

Una Serie 7 che è stata la prima auto a disporre del controllo vocale. Inoltre con il software Bmw Operating System 7 l’auto rimane sempre aggiornata con la più recente tecnologia digitale senza bisogno di soste in officina. Curiosità anche per il SAV (Sports Activity Vehicle) iX, primo modello elettrico basato su una nuova piattaforma tecnologica modulare e scalabile, incentrata su una inedita interpretazione di design, sostenibilità, piacere di guida, versatilità e lusso grazie al sistema NextGen. Svilupperà una potenza di 500 cv con una autonomia di 600 km nel ciclo WLTP. La si potrà ricaricare con colonnine rapide in meno di 40′. “Un modello compatibile con il 5G – ha evidenziato Frank Weber, membro del Board di Bmw AG con responsabilità dello sviluppo – che riceverà nuove e migliorate funzioni di guida e parcheggio automatizzato”. Mary Barra, Ceo di General Motors ha illustrato la visione del futuro del proprio brand.

Di scena anche Amazon con i taxi robot Zoox, Nvidia e Waymo (il servizio di taxi senza conducente di Google). L’israeliana Mobileye ha svelato, sempre a Las Vegas, nuove soluzioni per la guida autonoma: nel 2025 lancerà un innovativo sensore Lidar da affiancare alle telecamere ed ai sistemi a ultrasuoni tradizionali per ricreare l’ambiente circostante il veicolo con maggiore accuratezza. Sistemi di questo tipo equipaggeranno quest’anno una serie di prototipi che circoleranno a Detroit, Tokyo, New York, Shangai e Parigi, nel 2022 a Tel Aviv mentre la commercializzazione è fissata per il 2025. Mercedes ha presentato l’MBUX Hyperscreen, il livello più evoluto del rivoluzionario sistema di infotainment della Stella.

Una inedita e coinvolgente esperienza di bordo che farà il suo debutto sulla nuova EQS. Gli ultimi progressi per la guida autonoma arrivano da Toyota che sbalordisce con la concept car LQ, la seconda generazione dell’Audi Q5 sfoggia il sistema di infotainment MIB di terza generazione.

Ford per gli Usa ha elaborato una mappa del traffico. Anche Bosch ha portato soluzioni intelligenti e sostenibili per migliorare la salute, la casa e la mobilità. Curiosità hanno destato anche il robot tuttofare di Samsung, una Tv a pergamena di TCL e lo smartphone arrotolabile di Lg. Quest’ultima ha lanciato già sul mercato un dispositivo con display, battezzato Tv Oled R, che costa oltre 75.000 euro e lo si può acquistare solo in Corea del Sud.

Visti anche diversi modelli che supportano il G5 come il RedMi Note 9T e il TCL 20 5G, con prezzi sui 300 euro. Sulla fascia più economica poi gli Alcatel 3L, 1S e 1T7 Wifi. Samsung ha anche alzato i veli sul Digital Cockpit con rete 5G (l’auto diventa così un ufficio mobile garantendo anche intrattenimento ai viaggiatori con film e videogiochi). In visione anche gli occhiali Apple, Facebook e RayBan in grado di fare apparire ai nostri occhi elementi digitali sovrapposti a quelli reali. Ed ancora Lenovo ha puntato sulla realtà aumentata con il ThinkReality A3, in commercio da metà anno, poi  la sua linea di Pc Yoga con lo Slim 7i Pro con schermo Oled.

L’italiana Ice ha fatto  proposte per settori della tecnologia, dalla robotica al cloud, dalla stampa 3D alla realtà aumentata fino a progetti di smart city o digital hearth.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *