Le notizie, le storie, i ritratti delle persone che ruotano intorno al mondo dell’auto,  che ne siano appassionati, protagonisti o semplici utilizzatori

GiandellErba

(altre) Sette domande sul mondo dei rally a un giornalista che c’era… sempre (parte seconda)

I Rally non sono solo i volti e i nomi dei piloti famosi , sono  soprattutto volti e professionalità meno note, ma senza i quali i rally stessi non avrebbero avuto i risultati che hanno avuto, non sarebbero cosa sono.

Ecco oggi parliamo di loro, di quelli che …

La voce narrante è ancora di Gian dell’Erba, noto giornalista … Continua a leggere...

nada1

Tributo all’editore Giorgio Nada, “l’imprenditore con la passione per i motori”

Sabato 26 settembre, alle ore 17.00 a “Milano AutoClassica”, presso lo Stand ACI Storico (Pad. 22) si ricorderà Giorgio Nada, “l’imprenditore con la passione per i motori”.
Interverranno oltre alla famiglia, i giornalisti Gianni Cancellieri, Carlo Cavicchi, Umberto Zapelloni e numerosi personaggi del Motorsport. Sarà inoltre presente il pilota Giacomo Agostini. E con i contributi video dei giornalisti Pino Allievi, … Continua a leggere...

GiandellErba

Sette domande sul mondo dei rally a un giornalista che c’era… sempre (parte prima)

Così improvvisamente ti accorgi che il tempo  passa , e che l a cronaca di ieri diventa la storia di oggi. La cronaca sta lì un po’ a rosolare a fuoco basso e …tac diventa storia.

Questo è il senso dei ricordi – siamo negli anni 70-80 – e siamo nel magico circo dei rally mondiali.

Tutto quello che leggerete … Continua a leggere...

ben

Sette domande a Frédéric Benhaim

Un parigino che sembra uscito da un film di Woody Allen. 

Stessa ironia yiddish stralunata e geniale, sorprendente. A un certo punto risponde a una richiesta di intervista. Saranno passati sei mesi da allora. Succede raramente, il potenziale intervistato di solito risponde subito, o mai. 

Se gli chiedi cosa fa di mestiere sarebbe capace di risponderti la prima cosa che Continua a leggere...

bertolini2

Sette domande a Paolo Bertolini

Paolo Bertolini è un marchio di fabbrica. Un brand lui stesso. Personaggio noto alla “Tout Turin”, come direbbero i francesi.

Porta avanti con simpatia – tanta – e professionalità – ancora di più , due punti vendita di moda e accessori : Bertolini & borse dal 1923.  https://www.bertolinieborse.it 

Cento anni e non sentirli. Più che un brand Bertolini è uno Continua a leggere...

LucaCiccarone

Luca, la Ferrari e quella passione che non muore mai

Intervistato di recente a Radio Rai, Luca di Montezemolo si è fatto scappare una frase che fa capire molto dell’uomo e delle sue passioni: “Tornerei volentieri alla Ferrari ma ho le porte chiuse”. Segno di un amore che non è mai passato e che ancora arde sotto le ceneri di un malcelato disinteressamento.

Ma più che il Montezemolo di ritorno, … Continua a leggere...

FERRARI-F50

I racconti fotografici di Enzo Isaia

Ferrari. Un nome che incute sempre un certo timore. A raccontare le bellezze delle auto “stradali” della casa di Maranello e uscite dalla matita di Pininfarina, bisogna sempre fare molta attenzione. Entrare con i dovuti timori e in punta di piedi. E questa volta troviamo un artista che non scrive parole per raccontare i modelli della casa del Cavallino.

Lui, … Continua a leggere...

mussa

Sette domande a Giacomo e Renato Pozzetto

Un padre e un figlio ne avranno di ricordi in comune. Di viaggi brevi o lunghi. Di tempo passato insieme. Di sgommate, di code. Di quella volta che… 

Di strade sbagliate e di viaggi felici…ecco come è nata questa intervista doppia.  

Pozzetto, e pensi al comico, che proprio oggi compie 80 anni. Surreale e poetico. In realtà sotto c’è un Continua a leggere...

demeo

Renault, Parigi gioca la carta de Meo

Lo Stato francese, primo azionista della Casa automobilistica, da oggi consegna Renault e il suo futuro nella mani dell’italiano Luca de Meo. «Avrà tutto lo spazio di manovra di cui ha bisogno per prendere decisioni su modelli e strategie», ha detto di lui il presidente Jean-Dominique Senard, introducendolo alla recente assemblea degli azionisti. Come a dire: «Luca, hai carta bianca». … Continua a leggere...

AchilleVarziBollo

Achille Varzi: il pilota della “Magica squadra”

Giovedì 1 luglio 1948. Svizzera. Berna. Durante il fine settimana si svolgerà il Gran Premio Automobilistico della Svizzera. E’ il giorno delle prove sul circuito di Bremgarten.  Un tracciato semipermanente ricavato in mezzo ad un bosco. Poco più di sette chilometri di curve, saliscendi, dal fondo irregolare e ricco di zone d’ombra e di piena luce provocate dagli alberi che … Continua a leggere...

MichaelJordanCars

Tra le 20 preferite da Michael Jordan quale scegliereste voi?

Michael Jordan, il più grande giocatore di pallacanestro di tutti i tempi, sta adesso spopolando su Netflix con la sue serie “The last dance” che appassiona anche il basket non lo conosce o non lo ama.

Quello che però pochi sanno è che lui ha sempre avuto un debole per le automobili e ne possiede in quantità, tutte vetture da … Continua a leggere...

ilMigliorTempo

Il miglior tempo

Cos’è il miglior tempo nella nostra vita?

Per tantissimi è un periodo dell’esistenza. Se però si parla di un pilota, soprattutto se ha vissuto agonisticamente negli anni d’oro dell’automobilismo, queste tre parole identificano quella che oggi viene aridamente definita pole position. L’autore di questo libro, che ho il piacere di conoscere personalmente da anni, è riuscito a descrivere la vita … Continua a leggere...

deSilva

Le “A” di de Silva: dall’Alfa all’Alba

Visto che il 24 giugno 1910 nasceva il marchio A.L.F.A. (Anonima Lombarda, Fabbrica Automobili) nello scambiare quattro chiacchiere con lo stilista Walter de Silva è doveroso soffermarsi su due suoi modelli, la 156 e la 147. Entrambi hanno vinto il titolo di “Car of the year”.
Al Salone di Francoforte nel 1997 debuttava infatti la berlina media della Casa del … Continua a leggere...

AlexZanardi

“Vedi, io sono un uomo fortunato…“

Milioni di Italiani stanno vivendo e soffrendo il dramma di Alessandro Zanardi.

Un destino beffardo lo mette ancora una volta alla prova. Non gli è bastata la sconfitta che Alex gli ha inflitto dopo l’incidente del Lausitzring. Con una brutale ricerca della rivincita questa volta ha picchiato davvero duro.

Forse si è imbestialito nel vedere come Alex aveva insegnato al … Continua a leggere...