2milano_autoclassica_2015

“Milano AutoClassica 2015” dal 20 al 22 marzo

Milano AutoClassica, il Salone di Auto d’Epoca torna dal 20 al 22 Marzo 2015 a Fiera Milano Rho con un giusto mix tra passato e futuro, diventando sempre più interessante grazie alla presenza di dieci tra le più importanti case automobilistiche contemporanee, alcune delle quali, direttamente dal Salone dell’Auto di Ginevra preannunciano sorprese per il pubblico italiano.

Lamborghini, promette agli appassionati un’esperienza mozzafiato in esclusiva per l’Italia: l’esposizione della Lamborghini Aventador LP 750-4 Superveloce, presentata in anteprima mondiale a Ginevra. Nello spazio saranno inoltre presenti una Huracan 610-4, una Lamborghini Gallardo LP 570-4 Super Trofeo con livrea Bonaldi e, direttamente dal Museo Lamborghini, una Miura P400 SV.
Aston Martin, simbolo della sportività inglese, con Aston Martin a Milano porterà l’ultima sportiva la Vanquish e le altre icone che hanno fatto grande la storia del marchio.
Maserati, oltre alla presenza istituzionale della casa madre e del Museo, su invito permetterà di vivere un’esperienza carica di adrenalina sulla pista esterna: sarà infatti possibile guidare una fuoriserie a fianco di un pilota della Maserati Driving School

Il Gruppo FCA, oltre a Maserati, conferma la propria presenza con i suoi brand: Fiat, Lancia, Jeep e naturalmente Alfa Romeo che organizza anche un test drive, su un circuito dedicato alla gamma Alfa, con driver professionisti. Discorso a parte per Ferrari, presente con il Museo Ferrari che esporrà alcune granturismo degli anni ’60, come ad esempio la 275 GTB e la 250 GTL.
Jaguar Italia sarà rappresentata da uno dei più grandi dealer della casa del giaguaro che affiancherà alla gamma F-Type due icone del passato.
Mercedes-Benz Milano sarà presente per la prima volta per la gioia dei tanti appassionati del marchio della stella con un gruppo di vetture uniche.

In questo contesto Nardi Personal, storico marchio italiano produttore di auto fino agli inizi degli anni ’60  e famoso nel mondo da oltre 70 anni per il design dei suoi volanti, presenterà IPS ( Instinct Pressure System) un brevetto che permette attraverso l’impugnatura del volante di rilevare la pressione applicata dalle mani del guidatore per una conduzione più sicura.

Il Classic Circuit Arena, la pista esterna omologata, unica nel suo genere, sarà protagonista della manifestazione con un intenso calendario di appuntamenti che andranno dal MAC Historic Rally, il trofeo super blasonato dove grandi piloti si sfideranno per il divertimento del pubblico, alle prove delle vetture di Formula1 e F Junior degli anni ’50 – ‘60, per finire con i già citati test drive di Maserati e Alfa Romeo.

Prevista inoltre l’esibizione in pista delle Lamborghini Huracan Super Trofeo guidate dai piloti Milos Pavlovic, trionfatore sia del Super Trofeo Europeo che della World Final 2014, quindi Campione del Mondo, e Matteo Bobbi, la grande novità del Team Bonaldi Motorsport, milanese, 36 anni, titolo Fia Gt 2003 con la Ferrari 550 della Bms Scuderia Italia, commentatore della prossima stagione di F1 su Sky, pronto per disputare la stagione 2015 del Lamborghini Super Trofeo Europa. Da non dimenticare la possibilità di ammirare le vetture GP Sport e GTS Sport, fino agli anni ’70.

Nel 2015, anno in cui si inseguono compleanni e ricorrenze importantissime per il mondo dell’automobilismo italiano e internazionale, durante i tre giorni di Salone, all’interno di spazi dedicati, saranno festeggiati gli 80 anni di JAGUAR, i 60 anni della Citroen DS e della Fiat 600, l’auto del “boom economico” che più di tutte ha contribuito alla motorizzazione del nostro Paese attraverso l’esposizione dei più significativi versioni provenienti da collezioni private.

Ogni anno Milano Autoclassica, vuol far sognare i visitatori con macchine che sono il sogno di tutti i veri appassionati. Alcune di queste e precisamente tre, saranno “Regine del Salone”. Durante le scorse edizioni hanno sfilato modelli che hanno fatto la storia: la Lamborghini Miura P400S, la Lancia Aurelia B24S e una Ferrari GTO, con cui Pedro Rodriguez vinse il Daytona 3-Hour Continental. Quest’anno, la prima ed essere svelata sarà una Ferrari 340 MM Scaglietti Spyder, le altre saranno un piacevole sorpresa.

La manifestazione patrocinata dalla Citta Metropolitana di Milano, FMI – Federazione Motociclistica Italiana – e CME, quest’anno sarà arricchita dalla presenza di A.S.I – Automotoclub Storico Italiano, presente con uno stand dedicato ai soci.

L’area espositiva sarà arredata con alcune immagini  provenienti dal patrimonio di circa 200mila foto conservate nell’Archivio Storico di Fondazione Fiera Milano, che documentano i primi 80 anni di attività della Fiera di Milano.

Grazie alla collaborazione con il mensile della Domus Ruoteclassiche, quest’anno Milano Autoclassica lancia sulla pagina Facebook della rivista l’iniziativa #RuoteclassicheAnniversary che ha coinvolto i lettori nella votazione dei modelli più rappresentativi degli anni 1955, 1965, 1975, 1985. Assolutamnete nazionalistico il risultato che ha visto salire sul podio, e quindi giungere a Milano Autoclassica (Padiglione 14) tutti modelli italiani: Alfa Romeo con la Giulietta Spider del 1955, la Giulia Sprint GTA del ’65 e la 75 del ventennio successivo, Lancia con l’Aurelia B24 Spider (1955), la Fulvia Coupé (1965) e la Beta Montecarlo (1975), Fiat 600 (1955), Fiat 850 Coupé (1965), Uno Turbo (1985) e la piccola Autobianchi Y10, fresca trentenne.

Saranno organizzati incontri,  tra i quali quello attesissimo sulla Mercedes Pagoda curato da Emilio della Serra, presentazioni di libri e un Forum sulla F1 realizzato in collaborazione con FormulaPassion.it, dedicato all’analisi dell’evoluzione tecnica di questo appassionante sport negli ultimi 60 anni, al quale parteciperanno autorevoli esponenti del mondo delle competizioni e del giornalismo sportivo quali Ezio Zermiani, Franco Bortuzzo, Giancarlo Bruno, Ivan Capelli, Mauro Coppini, Luca Ferrari, Mauro Forghieri, Claudio Lombardi, Leo Turrini oltre a importanti contributi di tecnici, piloti e giornalisti.

Una straordinaria vetrina, dunque, che darà spazio alle tante vetture d’epoca che hanno fatto la storia dell’automobile: un’occasione speciale, per il grande pubblico, per toccare con mano non solo autentici gioielli del passato, ma anche le ultime novità sulla scena attuale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *