Maserati-Levante

Il parere degli esperti: “Levante, la Maserati dei SUV”

Il parere degli esperti. “Levante, la Maserati dei SUV”, è lo straordinario claim utilizzato dalla Casa del Tridente per il lancio del suo primo SUV. Protagonista in anteprima mondiale all’ultimo Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra è stato finalmente provato su strada dalla stampa specializzata, ecco alcuni giudizi

Auto.it – Saverio Villa – Maserati Levante, Tridente da fuoristrada: primo test
Su strada la Levante turbodiesel regala un approccio più sportivo e coinvolgente rispetto alla maggior parte delle concorrenti, grazie soprattutto all’assetto sempre molto composto e, se si adottano le regolazioni sportive, anche piuttosto rigido. Ma è soprattutto la sonorità allo scarico, che come sulla Ghibli è corretta da attuatori acustici, che è più eccitante rispetto a quella di qualsiasi altro motore a gasolio e ricorda addirittura quella di un V8 a benzina. Questo appeal emerge soprattutto sui percorsi guidati, mentre in autostrada, dove sono potenza disponibile, peso (quello in ordine di marcia è sempre superiore ai 2100 kg) e sezione frontale a determinare il gioco, la Levante ha caratteristiche analoghe a quelle delle concorrenti, anche in termini di confort.

Corriere.motori.it – Maserati Levante, il suv che non ti aspetti
Elettronica quasi da tedesca. Il primo suv della storia Maserati è anche l’unica vettura italiana con una dotazione elettronica quasi a livello delle migliori premium straniere: torque vectoring, cruise control attivo in grado anche di arrestarla e farla ripartire, rilevamento della distanza di sicurezza, frenata automatica, sorveglianza del mantenimento della corsia e del traffico posteriore e telecamere perimetrali. In pratica manca solo la correzione attiva della traiettoria che, però, arriverà più avanti, quando il servosterzo idraulico verrà sostituito da quello elettrico, in grado di colloquiare con i sistemi di gestione di marcia. Sono disponibili anche un impianto audio Bowers & Wilkins e il sensore sotto il paraurti posteriore per comandare l’apertura elettrica del portellone senza mani. Sui percorsi ricchi di curve il Levante diesel non teme rivali in fatto di divertimento e partecipazione di guida, mentre quando la si impegna in autostrada ha un temperamento allineato a quello delle migliori rappresentanti della specie, anche a livello di confort. La versione a benzina «by Ferrari», invece, ha prestazioni esuberanti dovunque e una voce che tocca il cuore degli sportivi. Magari anche un po’ sopra le righe quando ci si comincia a divertire con le leve del cambio automatico a 8 marce
Repubblica.motori.it – Valerio Berruti – Levante, la maxi sfida della Maserati – Salsomaggiore. Percorso lungo, con qualche insidia ma alla fine riuscito. La Levante, il primo Suv della storia Maserati, stavolta è davvero pronta al debutto. Quello che conta, nelle vetrine dei concessionari dove arriverà già dal prossimo mese con la versione più potente (motore V6 biturbo benzina da 430 Cv) per poi, da giugno, far posto al resto della gamma, tra cui i V6 diesel, i più attesi di tutti.
Per la casa del Tridente si tratta della sfida più grande di sempre, visto che la Levante, dal prossimo anno prodotta in circa 30 mila unità (con un listino che parte da 73 mila euro per arrivare a 91 mila), è destinata a diventare il modello più venduto del marchio, scavalcando quindi la Ghibli.

gazzetta.it – Umberto Zapelloni – Levante, la Maserati dei SUV messa a dura prova
Scusate il ritardo. Maserati presenta Levante con più di 10 anni di ritardo sul Cayenne della Porsche, l’avversario diretto, ma fa le cose in grande. Levante, secondo il claim pubblicitario non è il Suv di Maserati, ma è la Maserati dei Suv. Un gioco che dice tanto, tutto, sulle ambizioni di questo gioiello Made in Italy che va a schierarsi da solo contro le armate tedesche fatte da Porsche, ma anche da Audi, Bmw, Mercedes e dagli inglesi della Jaguar con il neonato F-Type. Maserati entra in un mercato ricco da più di un milione di pezzi all’anno e punta a fare il botto con un prodotto che non ha un prezzo esattamente popolare: da 73.400 a 91.300 euro tenendo conto che volendo il massimo si possono tranquillamente aggiungere 30 mila euro di optional, come i sedili in seta firmati Zegna. Il massimo dei massimi. L’extra lusso. Un modello che nei piani Maserati dal 2017 dovrebbe raggiungere le 30 mila unità di venduto e dal 2018 proporre anche la versione Ibrida plug-in. Levante e’ 100% Maserati e 100% Suv. La sfida ingegneristica e’ stata vinta. È una vettura che di pomeriggio ti puo’ portare fuoristrada in mezzo al fango e di sera farti sfilare a Hollywood (dopo un passaggio all’autolavaggio). Una vettura che puo’ essere elegante e estrema allo stesso tempo come abbiamo valutato personalmente sulle strade care a Enzo Ferrari, ma anche a Alfieri Maserati, che portano da Parma a Poggio di Berceto o sulle piste fuoristrada tra fiumi, sterrati, ciotoli e fango create attorno alla pista di Varano. …Infangatela pure, questa Maserati non vi tradirà. E dopo un colpo di spugna, una lavata come dio comanda, riprenderà a muoversi con eleganza. Supera l’esame in strada e fuori strada. Non senti i suoi 5 metri di lunghezza (Levante è l’auto più lunga del suo segmento, il passo di 3 metri è da 6 a 10 cm più lungo rispetto a quello dei principali concorrenti) e neppure i quasi due metri di larghezza (1968 mm). Comoda dentro, bella fuori con l’aggressività del muso, la dinamica delle fiancate e l’eleganza della coda, studiate in 9 mesi dal centro stile.

Motori24.ilsole24ore.com – Mario Cianflone – Maserati Levante, la nostra prova in fuori strada – Video:
http://www.motori24.ilsole24ore.com/MediaCenter/Video/Prove-Guida/2016/prova-maserati-levante/prova-Maserati-Levante.php

lastampa.motori.it – Piero Bianco – Le due anime del Suv Maserati Levante
“Provatela, vi sorprenderà per quanto è dinamica e versatile. I clienti dell’America e dell’Asia, mercati in cui andranno due terzi della produzione, faranno a gara per comprarla”. L’ottimismo di Harald Wester, capo di Maserati, trova riscontro nel test drive che svela l’insospettabile doppia anima del nuovo Suv Levante: quella da generosa stradista, nel settaggio sport addirittura da granturismo di razza, e quella da autentica off-road, capace di numeri inimmaginabili come arrampicarsi sulla scalinata secolare del castello di Tabiano, vicino a Salsomaggiore Terme, dove si celebra il rito della presentazione internazionale. Per non parlare delle evoluzioni sul percorso fuoristrada di Vairano de’ Melegari, con scalate rocciose e un guado di quasi mezzo metro. Ostacoli superati con nonchalance.  Levante è davvero una scoperta continua. Per quanto è bello, innanzitutto, e per cosa può fare. Primo Suv nella storia centenaria del Tridente, prima Maserati a proporre l’intera gamma dei sistemi d’assistenza alla guida (cruise control adattivo con funzione stop&go, frenata automatica, avviso anticollisione, controllo corsia e angoli ciechi, Surround View Camera per una visione esterna a 360°), prima a utilizzare le molle ad aria nelle speciali sospensioni pneumatiche abbinate agli ammortizzatori Skyhook a smorzamento elettronico che consentono di alzare e abbassare la vettura in base al terreno e al tipo di guida. L’altezza è variabile dai 17 cm della configurazione Sport2 ai 21 cm della Normal e fino ai 25 della OffRoad2 mentre in fase di parcheggio il Levante si abbassa fino a 16 cm da terra per agevolare l’accesso.

Omniauto.it – Maserati Levante, all’estero piace già tanto
Così la stampa straniera tesse le lodi del SUV italiano, agile, veloce, sportivo, elegante e dalla voce possente.
Apprezzata anche in Germania : Premettiamo che quasi tutti i giudizi sono positivi e apprezzano sia le doti dinamiche di Levante (soprattutto la S a benzina) che il suo design sportivo ed elegante al tempo stesso, trasversalemente elogiate dai giornalisti degli USA e il Regno Unito, passando per la Germania. Partiamo dalle testate tedesche, le più direttamente coinvolte dalla sfida lanciata alle “loro” Audi Q7, BMW X5, Mercedes GLE e Porsche Cayenne. In particolare il tester di Auto Motor und Sport apprezza l’insospettabile agilità delle sue 2,1 tonnellate, le finiture e la potente sonorità allo scarico di quello che definisce “il SUV col sassofono”. Insomma, per la rivista tedesca il SUV Maserati si è fatto attendere, ma ne è valsa la pena. Auto Bild fa invece un confronto in pista fra Levante e Ghibli, con la prima che dimostra qualche rollio in più dovuto al baricentro rialzato e una diversa risposta delle sospensioni pneumatiche. Die Welt parla invece di un “lavoro dannatamente buono” fatto su Levante che vanta il migliore stile italiano, la voce di un’auto da corsa e una capacità di esprimere un elevato potenziale sia su strada che in fuoristrada.

The Telegraph: “Una delle migliori Maserati di sempre”. Il giudizio della stampa britannica è invece influenzato dalla tradizione inglese delle Range Rover e dalla nuovissima Jaguar F-Pace. The Telegraph parla chiaramente di Levante come del Range Rover italiano, apprezzandone il design esterno ed interno che però cozza con lo scarso contenimento laterale dei grandi sedili anteriori e le reazioni poco piacevoli delle sospensioni pneumatiche sui fondi stradali sconnessi. Il giudizio finale è che Levante è “più grande di quanto sembri, accogliente e piacevole da guidare, dinamicamente vicina a Cayenne ed F-Pace e sorprendentemente adatta al fuoristrada”, insomma, “una delle migliori Maserati di sempre”. Giudizi entusiasti anche da Autocar che sottolinea il preciso controllo di stabilità, l’assenza di sottosterzo che si traduce in piacevole sovrasterzo, la bella soluzione dei finestrini senza cornici superiori e la buona capacità offroad. Il verdetto su Levante parla di un SUV “piacevolmente diverso e dall’handling eccezionale, aristocratico e pratico al tempo stesso”. Gli americani di Car and Driver chiudono la lista di complimenti parlando di Maserati Levante come di un SUV “veloce e dalla sonorità brutale, migliore anche della Ghibli su cui è basata”.

Quattroruote.it – la prova TV di Massimo Nascimbene
A pochi giorni dalla presentazione di Ginevra, siamo stati a Balocco per provare al Maserati Levante diesel 3.0 V6. L’altezza è quella di una vera Suv, ma le qualità dinamiche della Maserati Levante non fanno rimpiangere di non trovarsi su una vettura più bassa. Come accennato, sotto il cofano c’è il turbodiesel sei cilindri della Ghibli da 250 CV e 600 Nm di coppia massima, per la prima volta abbinato alla trazione integrale.
http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/maserati-levante-la-nostra-prima-prova-in-esclusiva-

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *