Le notizie, i resoconti, le discussioni sulla mobilità sostenibile con o senza l’auto

superstradaE45

La maledetta “Strada dell’Asse”

La superstrada E45 è tornata nei primi giorni di questo ottobre 2019 agli onori delle cronache per la riapertura anche al traffico pesante del viadotto Puleto, chiuso per problemi strutturali, in provincia di Arezzo, ai confini dell’Umbria.

Viene così ripristinata la regolarità del transito su una delle principali arterie dell’Italia centrale, interrotta dal 16 gennaio 2019 a seguito dei controlli … Continua a leggere...

500500500

WEEKEND TORINESI. NO ALLE AUTO STORICHE?

Torino, bella città: vie diritte, lunghi corsi che lo sono altrettanto e una splendida verde collina che la circonda.

È però il suo problema: se arrivano venti da Est o Sud-Est – cioè Grecale o Scirocco – tutto quello che l’aria acchiappa sulla Pianura Padana durante il viaggio si ammucchia contro la collina. In città, con il cambiamento del clima … Continua a leggere...

parco

Più di un terzo delle auto circolanti in Italia ha più di 13 anni di età

In Italia a fine 2018 circolavano ancora 13,7 milioni di autovetture (e cioè il 35,3% sul totale del parco circolante) di categoria inferiore o uguale a Euro 3. Si tratta di auto immatricolate prima del 2006 e quindi non dotate dei più recenti dispositivi di abbattimento delle emissioni inquinanti e nocive. Il dato, che emerge da uno studio su fonti … Continua a leggere...

VWelettiche

L’analisi. La scommessa dell’auto elettrica (quasi) per tutti

Volkswagen riposiziona il prezzo della e-up! che in Lombardia potrebbe costare solo 6.500 euro. Al Salone di Francoforte con la ID.3 e la Honda e, le prime vere proposte a prezzi abbordabili

È stato un Salone dell’automobile depresso quello di Francoforte, forzosamente elettrico – e quindi ancora lontano dalla realtà del mercato e della mobilità attuale – e falcidiato dalle … Continua a leggere...

money

Tassare le emissioni di CO2: l’idea per ridurre il riscaldamento globale

Tassare le emissioni di CO2 per combattere il riscaldamento globale, una delle emergenze del nostro tempo, una battaglia difficile da combattere perché gli interessi in gioco sono tanti. E perché è una battaglia molto costosa che implica cambiamenti radicali, non solo nelle scelte strategiche dei governi.

Tutte le nostre azioni quotidiane hanno un impatto sull’ambiente: la scelta del cibo, la … Continua a leggere...

bajardi

Diesel si, Diesel no? Intanto le case non l’abbandonano

Diesel si, diesel no. In agosto le auto con questa alimentazione, in Italia, hanno registrato un calo di un terzo delle immatricolazioni
(-34%), perdendo il 18,1% della quota di mercato. Contro un + 45% nei volumi di quelle a benzina e + 14,7% della quota, salita al 43,8% del totale.Per quelle a GPL un + 18%, incremento di un terzo
Continua a leggere...
bosch

Call4U, l’app che allerta le persone care in caso di incidente stradale

L’Unione Europea ha reso il sistema di chiamata d’emergenza eCall obbligatorio per tutte le vetture di nuova omologazione, a partire dal 31 marzo 2018. Per tutte le altre auto ci sono diverse soluzioni simili, alcune addirittura gratis e dimezzano anche il costo dell’assicurazione. Da oggi c’è anche Call4U, la prima social eCall. A differenza del sistema eCall di serie
Continua a leggere...
divieodisel

Guerra al diesel, in 4 mesi lo stato ha incassato 139 milioni in più da chi compra auto benzina!

Come era la storia delle meno accise per tutti?

In campagna elettorale, si sa, si dice di tutto. Poi alla prova dei fatti cambia la musica. E che musica, perché da benzina e gasolio, quindi con le accise, lo Stato incassa molti soldi, ovvero il 17 per cento del gettito fiscale, ammontante a svariati miliardi di euro. C’è poi un … Continua a leggere...

vivatech-Renault

Francesco Fontana Giusti ci spiega che cosa fa Renault per una mobilità più sostenibile

Video interviste. Francesco Fontana Giusti, responsabile della comunicazione, ci spiega che cosa fa Renault per una mobilità più sostenibile.

GDiesel

co2 ? Mettiamola sotto il tappeto!

Crescono le emissioni di co2 in Europa anzichè scendere. E aumenta la preoccupazione sui cambiamenti climatici che ci aspettano.
C’è chi come il climatologo Robert Vautard è seriamente preoccupato e non sono pochi quelli che prevedono entro la fine del secolo temperature anche di 50°.
La canicola di questi giorni aiuta a sostenere queste visioni, ma bisogna dire che anche … Continua a leggere...

Italdesignmoburb

ITALDESIGN per la mobilità urbana

Un passo nel mondo della mobilità “al di fuori” dell’abituale prodotto dell’auto. Italdesign si conferma innovativa e creativa con l’ideazione di una piccola ma interessante innovazione che riguarda la fruibilità della linea di Metropolitana automatica di Torino. Quest’infrastruttura, inaugurata nel febbraio del 2006, rappresentò all’epoca un’innovazione assoluta in Italia: è infatti priva di manovratore. Ogni convoglio, composto da singoli vagoncini, Continua a leggere...

AUTOTEQ-5G-nuovo-evento-dedicato-Mobility-4.0

AUTOTEQ 5G: “Mobility as a service”: il drive della future mobility

Appuntamento al Lingotto di Torino  il 20 giugno 2019 per la prima edizione di AUTOTEQ 5G, evento 100% business oriented in co-location con WorldDAB Automotive 2019, a cura di DAB Italia, dove oltre 200 professionisti internazionali provenienti dai settori Automotive e ICT parteciperanno a conferenze, attività hands-on, business meetings per una full immersion nel mondo delle auto connesse.

Nel corso … Continua a leggere...

toninelli

Risolto il problema della mobilità urbana…

Il Ministro Danilo Toninelli ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook questo post:

“Questa mattina ho definitivamente firmato il decreto Micromobilità. 
Questo significa che, come promesso, in tempo per l’estate può essere avviata nelle nostre città la sperimentazione su strada di monopattini elettrici, segway, monowheel e hoverboard.
Si tratta di un importante passo in avanti verso una mobilità veramente green
Continua a leggere...

ronco

Sempre più auto, sempre meno strade

In questi giorni stiamo assistendo alle  “Grandi Manovre” industriali ed internazionali che porteranno a nuovo grande Gruppo mondiale italo-francese o addirittura italo-franco-giapponese.

Bene, se i benefici economici ed occupazionali saranno positivi.

Ma io mi pongo un altro problema. Le strade, sia cittadine che di grande comunicazione, sono sempre più intasate ed i parcheggi sono sempre più insufficienti.

Fino a qualche … Continua a leggere...