Abbiamo bisogno del marchio Lancia?

Abbiamo bisogno del marchio Lancia? È una domanda che, noi “lancisti” continuiamo a farci ormai da tempi immemorabili. Noi non abbiamo mai avuto dubbi. Ora sembra che la stessa domanda se la siano fatta anche i manager di Stellantis.

Intanto, attraverso le pagine di “carblogger.it” cerca di dare una risposta il collega Francesco Paternò, che ha avuto il privilegio Continua a leggere...

Se n’è andato Paolo Meucci: ciao fratello!

Quando arrivava e ti vedeva in lontananza, cominciava a sorridere sotto quei baffoni, con quell’aria sorniona allargava le braccia per salutarti con tutto l’affetto che aveva, ti stringeva forte e ti di diceva “Ciao, fratello!”.

Indimenticabile!

Per tutti noi che abbiamo “vissuto” nel mondo dell’automobile, Paolo è sempre stato un punto di riferimento straordinario. Non era un giornalista televisivo di … Continua a leggere...

Sette domande a Stefano Macaluso

Parliamo di Macaluso o della mostra “The golden age of rally”?

Parliamo di Stefano o del padre Luigi, noto come Gino, cui l’imperdibile mostra è dedicata ?

Parliamo della fondazione Macaluso o delle loro preziosissime automobili? Parliamo della passione, della cura con cui questa mostra è stata realizzata?

O dell’esperienza sensoriale che restituisce alla lettera quegli anni e quelle atmosfere?… Continua a leggere...

Il premio “Car of the Year”, fin’ora legato al Salone di Ginevra, che è stato spostato negli Emirati Arabi, rimane in Europa

In vista della 59ª edizione, Car of the Year 2023, sono state selezionate le 7 auto tra le 27 candidate che verranno analizzate il 13 gennaio durante la giornata d’apertura del Brussels Motor Show e votate da una giuria internazionale composta da 61 giornalisti provenienti da 23 paesi europei, che eleggerà l’Auto dell’anno 2023.

A contendersi il più autorevole premio … Continua a leggere...

Se ne vanno anche “Automotoretrò” e “Automotoracing” ?

La “Capitale dell’Automobile”, così è da sempre chiamata Torino. E non solo per la presenza della più grande Azienda automobilistica italiana (…quando c’era la Fiat), ma anche per i tanti eventi legati al mondo delle quattroruote da sempre organizzati a Torino.

Eppoi ? Eppoi dobbiamo ringraziare i vari politici che hanno governato la Città, che ad uno ad uno si Continua a leggere...

L’evoluzione dei quattro anelli

Da oltre 50 anni, il claim “Vorsprung durch Technik” identifica la costante propensione di Audi all’eccellenza. Un approccio che la Casa tedesca sottolinea attraverso un design sempre innovativo. In quest’intervista, il designer Andrè Georgi e il brand strategist Frederik Kalisch spiegano cosa rappresenti per Audi l’evoluzione dei quattro anelli, portata al debutto da nuova Audi Q8 e-tron.

I quattro Continua a leggere...

Continua il viaggio verso il Lancia Design Day con Stratos, Rally 037 e Delta

“Ispirarsi a vetture come Delta, Rally 037 e Stratos è il sogno di tutti: vetture da gara, brutali ed efficienti, che hanno fatto di Lancia il marchio che ha vinto di più nella storia del Rally – dichiara Luca Napolitano, CEO del marchio Lancia –. Forme primarie, geometrie radicali, fari posteriori rotondi, alettoni aerodinamici, tutti elementi che fanno parte della … Continua a leggere...

Governo, dalla benzina all’Rc auto: stangata per gli automobilisti

Cosa devono aspettarsi gli automobilisti, ma anche i motociclisti dalla manovra messa in atto dal nuovo Governo di centro destra ? Lo spiega bene Il sole 24 ore e noi riportiamo qui sotto l’articolo per aiutare i nostri lettori a destreggiarsi nei meandri della nuova legge.

Da dicembre scende lo sconto sul carburante. Le associazioni dei consumatori: con le nuove … Continua a leggere...

2023: odissea nel mercato dell’auto

Come ogni altro evento economico, anche le notizie sull’andamento del mercato dell’auto sono soggette – per così dire – a differenti punti di vista. C’è l’ottimista che vede sempre il bicchiere mezzo pieno e sbandiera il grande successo dei modelli elettrici o elettrificati, visto l’aumento costante delle loro vendite. E c’è il pessimista che mette in evidenza come la percentuale … Continua a leggere...

Diktat elettrico e rischi correlati: in tanti se ne rendono conto solo ora. Perché?

È vero che non è mai troppo tardi, ma è pur vero che se costruttori, associazioni che li rappresentano, sindacati, politici con il buon senso e anche gli automobilisti si fossero dati una forte mossa prima, a quest’ora non si sarebbe qui a lanciare allarmi a tutto spiano sui rischi che il diktat UE sulla transizione verso una mobilità solo … Continua a leggere...