ferrari

Il colpo di genio della Ferrari e di Vettel

Un colpo di genio. La Ferrari e Vettel  festeggiano nella più dolce delle mattine italiane.  Dopo il dominio Mercedes in qualifica ecco il colpo grosso Ferrari in gara quando Hamilton sembrava avere in tasca il primo successo della stagione.  Fatti e non parole come si lascia scappare Maurizio Arrivabene. “C’è chi parla e chi fa i fatti”. La gioia è incontenibile. Vettel e gli uomini in rosso se la godono. E se la meritano tutta. Due uomini in rosso sul podio sono un bel vedere. Perchè con Vettel lassù c’è anche Kimi Raikkonen che al via aveva tentato il grande attacco non riuscendo però a mettere le ruote davanti alla Mercedes.

La Ferrari ha vinto la gara perchè aveva due vetture là davanti dietro a Hamilton e ha potuto diversificare le strategie chiamando Raikkonen ai box per primo (Hamilton lo ha marcato ed è rientrato al giro dopo)e lasciando fuori Vettel. Proprio quei giri hanno permesso a Vettel di sfruttare l’attimo, di approfittare della Virtual Safety Car entrata in azione per colpa (o merito!) della Haas Ferrari di Grosjean rimasta ferma in una zona pericolosa dopo l’errore nel montaggio della ruota anteriore sinistra. Vettel è stato richiamato subito ai box ed è riuscito ad approfittare di quei pochi metri a velocità libera in corsia box (prima che entrasse in azione il limitatore). Ha mangiato la pista, stringendo la traiettoria ad ogni curva prima di arrivare ai box. La differenza l’hanno fatta i dettagli. E Vettel è rientrato in pista davanti a tutti.

Dietro aveva un Hamilton scatenato, all’arrembaggio. Aveva l’attacco in canna, ma non è mai riuscito a portarlo davvero nonostante i giri veloci uno dietro l’altro. Fino a che non è arrivato l’errore,  il lungo alla curva 9, che ha dato un po’ di respiro a Vettel.  Ma Hamilton non ci ha messo molto a ritornare alla carica fino a 5 giri dalla fine quando ha perso il ritmo e ha sventolato bandiera bianca. Gomme andate? Non solo. Temperature troppo alte? Non del tutto. Semplicemente Hamilton ha deciso di risparmiare il motore (ce ne sono solo 3 per tutto l’anno), come ha detto dopo la gara. Sta di fatto che Vettel è volato verso la vittoria più inaspettata, ma per questo più dolce. E soprattutto meritata.

Oggi non ha vinto solo Vettel. Ha vinto tutta la Ferrari. Ha vinto perchè ha avuto due piloti competitivi (Bottas dove eri?). Ha vinto perchè ai box sono stati tutti attentissimi. Ha vinto perché Vettel si è esaltato e nell’esaltazione ha trovato la perfezione. E’ solo l’inizio, ma iniziare così permetterà di lavorare meglio Maranello. E godiamoci la festa.(topspeed.gazzetta.it)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *