Parco_Valentino_2

“Parco Valentino-Salone & Gran Premio”

Ci siamo: il miracolo di un (nuovo) Salone dell’auto a Torino sta per compiersi. Ma dimenticate i classici Saloni con parate oceaniche di modelli e modelle, luci a palla e cotillons. Pensate piuttosto a una kermesse all’aperto, stile Goodwood o Pebble Beach, con novità (che non mancano), gioielli di 25 prestigiosi marchi e di 10 designer, sfilate a tema, un’area riservata al motorsport e tanta passione da gustare. Una festa dell’auto: questo è “Parco Valentino-Salone & Gran Premio” che da giovedì a domenica 14 animerà la città di Torino, restituendole il ruolo storico di capitale delle quattro ruote. Un evento tutto nuovo, varato dopo due anni di lavoro dal presidente Andrea Levy con il supporto dell’amministrazione comunale e di prestigiosi partner. Tutto gratis: gli spettatori potranno accedere liberamente alle aree espositive (nel parco del Valentino, intorno al Castello) e anche la sera, fino alle 24.

I numeri sono da autentico show: 93 vetture esposte sulle pedane illuminate, immerse nel verde lungo i viali; 200 auto di collezionisti iscritte al Gran Premio Parco Valentino guidate anche da personaggi dello spettacolo, dello sport, dell’industria; e poi 2 anteprime mondiali (la supercar sportiva di Torino Design e la Mole di Up Design) che inscenano un suggestivo derby di super-sportive firmate dagli atelier di Roberto Piatti e Umberto Palermo. C’è perfino un fuori-salone alimentato da una mostra fotografica di Torino Design in 19 locali di via Baretti. Il Gran Premio Parco Valentino (un omaggio al vero Gp disputato dal 1935 al ’55 con Nuvolari, Fangio, Ascari e Villoresi) è la parte dinamica dello show, la parata celebrativa delle auto più belle: storiche, moderne, futuriste e sportive, gioielli di tutte le Case e dei Carrozzieri. Il gran finale di domenica prevede la sfilata nel centro di Torino, comprese stupende auto da competizione come i bolidi di Formula 1 e dei Rally, GT series, Sport Prototipi.

La passerella finale di 15 km (domenica) sarà il top della kermesse. Partenza alle 10 dal Valentino per raggiungere i giardini della Reggia di Venaria, passando per via Roma, piazza San Carlo e piazza Castello. Con le auto di serie più importanti, ci saranno   modelli che hanno scritto la storia nelle gare, ad esempio la leggendaria Lancia D-50 con cui Alberto Ascari, il 27 marzo 1955, vinse l’ultimo Gran Premio del Valentino di Formula 1. Un omaggio speciale dell’automobilismo sportivo anche a Torino Capitale Europea dello Sport 2015. All’interno del programma del Gran Premio Parco Valentino saranno inseriti eventi unici nel loro genere, protagonisti i celebri Carrozzieri della Turin Valley, firme che hanno esportato con successo il design italiano nel mondo. Pininfarina celebrerà in questo contesto i propri 85 anni, prima con un inedito Concorso d’Eleganza e la proclamazione della vettura «best in show» (sabato 13 al Castello del Valentino), poi il giorno seguente con il Tributo Pininfarina, la sfilata dei modelli più importanti realizzati dall’azienda di Cambiano. Sono attese automobili di collezionisti provenienti da ogni parte del mondo, che daranno vita a un evento senza precedenti. Ma ci sarà spazio, naturalmente, anche per le vetture più famose generate dalla creatività di altri maestri dello stile, come Giugiaro, o di griffe importanti come Touring Superleggera. Grandi firme alla ribalta.

Tra i marchi che avranno nella parata un particolare Tributo (con numerose vetture) ci sono inoltre Lancia, Fiat, Abarth, Jeep, Alfa Romeo, Maserati, Ferrari, Lamborghini, Jaguar, Porsche, Mercedes e la Pagani con le sue straordinarie supersportive artigianali apprezzate in tutto il mondo. Un panorama di eventi particolarmente ricco, inseriti in un layout nuovo e originale. “E’ deciso – assicura Levy – che l’evento sarà replicato anche il prossimo anno”.

3 commenti
  1. Autologia
    Autologia dice:

    Comunicato finale
    Torino, 16 giugno 2015

    Parco Valentino – Salone & Gran Premio ha chiuso la notte di domenica 14 giugno e agli occhi dei torinesi che lo han visto crescere e riempirsi di auto meravigliose e folla sino a notte fonda già sembra che manchi qualcosa. È stata un’edizione che ha colto di sorpresa, tanto descritta dall’ideatore Andrea Levy nel corso dei due anni preparatori, e infine più ricca, glam e pop al tempo stesso, di quanto ci si aspettasse. La cornice naturale e meravigliosa del parco cittadino ha superato in impatto, appeal e capacità di emozionare, qualsiasi investimento economico le case potessero dedicare alla realizzazione di stand più strutturati, quali quelli in uso in un salone tradizionale. Entusiasmo espresso dallo stesso Sindaco di Torino Piero Fassino nel corso dei pubblici ringraziamenti al Comitato Organizzatore “Per me è stato un momento molto importante, che ho condiviso con coloro che han creduto e aderito con entusiasmo a questa iniziativa. Insieme ci metteremo subito al lavoro per Parco Valentino 2016”.

    I dati ufficiali della Prefettura stimano oltre 300.000 persone che hanno visitato il Salone dell’auto all’aperto tra i viali del parco del Valentino, dall’11 al 14 giugno, o hanno assistito alla parata celebrativa di domenica 14 giugno.
    Il Gran Premio ha visto la partecipazione di circa 350 equipaggi che hanno sfilato per la città, partendo dal parco del Valentino fino a giungere al cortile della Reggia di Venaria Reale: protagoniste le auto da competizione del Motorsport, capitanate dalla leggendaria Lancia D50, e le automobili di serie più belle di sempre guidate da collezionisti e da personaggi noti del mondo dello spettacolo, del mondo dello sport e dell’imprenditoria. Tanti pezzi unici a rappresentare la bellezza del made in Italy : il meglio del design Pinifarina, il tributo Pagani, Ferrari, Lamborghini, Maserati un colpo d’occhio emozionante.

    Perché nel DNA di questo “salone” c’è il coinvolgimento, emozione e passione, la voglia di fare squadra. “Chiederemo alle Case Automobilistiche e ai Centri Stile di continuare a credere in questa formula, in modo da far diventare Parco Valentino un appuntamento annuale per il mondo dell’automobile. Eventi come questo, rappresentano un’importante vetrina per ricominciare a parlare di auto in termini positivi e di crescita, restituendo al settore un ruolo di rilievo nello sviluppo economico del paese” dichiara con convinzione Andrea Levy, presidente della manifestazione.

    Importante la copertura mediatica, con oltre 200 le testate nazionali e internazionali, accreditate, che hanno parlato di Parco Valentino e di questo importante settore dell’industria e dello sviluppo italiano.

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] “Parco Valentino-Salone & Gran Premio” […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *