Le news, le normative, i comportamenti dei governanti sulle leggi e sulla burocrazia che ruotano intorno all’auto

bonora

Sicurezza stradale, non c’è più tempo

“Bisogna parlare di più della sicurezza stradale”. Troppi gli incidenti, la distrazione resta la causa principale, le condizioni pietose di molte arterie stradali mettono a rischio l’incolumità di chi viaggia in moto, il sistema delle infrastrutture richiede interventi urgenti e monitoraggi scrupolosi, il parco circolante conta oltre 10 milioni di veicoli da rottamare e, per questo, pericolosi e inquinantiContinua a leggere...

qualeauto

Ci sarà ancora l’automobile? Ma quale?

Nel corso della sua storia più che centenaria l’automobile ha attraversato molte fasi evolutive e organizzative. Momenti che hanno fortemente influito sul cambiamento del modo di vivere di ciascuno di noi. Qualche esempio? L’intuizione di Frederick Taylor sulla separazione del lavoro in parti più semplici che Henry Ford perfezionò applicandola alla linea di montaggio della sua Model T, il veicolo Continua a leggere...

Money-guidautonoma

Chi ha paura della guida autonoma?

Nel prossimo futuro l’automobilista sarà passeggero, ma non è facile affidarsi completamente ai veicoli.

Si legge da ogni parte, ed è ormai un futuro praticamente inevitabile quello della mobilità smart, ovvero intelligente e capace di decidere al posto nostro. L’automobile sta diventando sempre più medium, e come in ogni progresso ci darà delle possibilità finora inedite, privandoci di alcune … Continua a leggere...

trattore

“Diesel vietati? Allora uso il trattore”: la provocazione di un modenese in risposta ai divieti antinquinamento

A Rovereto sul Secchia, in provincia di Modena, come riportato da TGcom24, Paolo Stevanin, un imprenditore del posto, ha messo in atto la sua idea per aggirare il divieto di utilizzo delle vetture diesel Euro 4, imposte dalla Regione andando a lavorare con il proprio mezzo agricolo.

Una soluzione che può essere brillante, ma soprattutto polemica. E così  Stevanin, ha … Continua a leggere...

notteparigi

In Francia si pagherà (…fino a 10500€) per quello che si inquina. La rinascita del diesel

In Francia sono abituati a fare più che dire e a tassare i contribuenti senza pietà (vedi tasse sulle case!).

Adesso tocca agli automobilisti. Sì, perché da gennaio entra in vigore una nuova sovrattassa denominata ‘Bonus Malus Eco’, sulle auto di nuova immatricolazione, che cresce a secondo delle emissioni di CO2.

Si parte con 50 euro all’anno per chi emette … Continua a leggere...

multebici

Multe alle bici, i numeri che non escono

E neanche i vigili. Una domanda facile facile che non trova risposta anche perché, temiamo, non piaccia a moltissimi milanesi e si scopra qualche disservizio o, addirittura omissione di servizio. L’abbiamo posta anche qualche giorno fa nel corso dell’incontro che la Compagnia dell’Automobile ha avuto con l’assessore al traffico Marco Granelli.

La riproponiamo in occasione dell’annuncio ripreso dagli organi di … Continua a leggere...

multe accumulate-2

2017: otto milioni di multe ? Sono poche !

In quella sterminata miniera di dati contenuti nella annuale statistica degli incidenti stradali fornita da Istat in collaborazione con ACI, c’è anche una tabella che fornisce il numero delle contravvenzioni elevate, come si dice nel gergo, dalla  Polizia Stradale, dai Carabinieri e dalle Polizie Locali e , quel che maggiormente interessa, la causa di tali sanzioni in riferimento al Codice … Continua a leggere...

morosini

Attenzione a conservare le ricevute delle multe pagate

Il Comune di Milano salassa gli automobilisti con cartelle esattoriali a quattro anni. Intendiamoci, chi non paga deve essere perseguito. Ma chi ha pagato, come me, rischia di essere salassato con richieste quasi quattro volte l’importo della contravvenzione. Mi spiego.
Quattro anni fa, il 2 febbraio 2014, in via Canonica a Milano presi una multa per non aver ottemperato alla … Continua a leggere...

Insurance Agent Filling Insurance Form Near Damaged Red Car

In Italia il costo della RC auto continua ad aumentare, 583 euro il premio medio (+0,9%)

Il premio medio dell’RC auto in Italia continua ad aumentare, seppur a ritmi più contenuti rispetto al passato. A rilevare i rincari è stato l’osservatorio di Facile.it (https://www.facile.it/assicurazioni/osservatorio/rc-auto-italia.html) secondo cui, ad agosto 2018, per assicurare un’auto servivano mediamente 582,71 euro, ovvero lo 0,90% in più rispetto ad un anno fa.

Il valore è stato calcolato … Continua a leggere...

bonora

…e guidare a fari spenti nella notte…

E ora non dite che sono  un razzista, parola più che mai abusata in questo periodo, o cose simili. Il problema esiste, è reale e rappresenta un pericolo per i diretti interessati e anche per il malcapitato che, senza colpa, potrebbe incappare in una disavventura.

Faccio un esempio personale: in una sera di settembre, verso le 23, al volante Continua a leggere...

seggiolini

Seggiolini anti abbandono: facciamo chiarezza

In attesa del Senato rispondiamo ad alcune domande su quanto costano, come funzionano e cosa dice la legge in merito ai dispositivi anti abbandono per i seggiolini auto.

La commissione Trasporti della Camera ha dato il via libera alla proposta di legge sui dispositivi antiabbandono bambini in auto, voluta dal ministro Danilo Toninelli. Il provvedimento per diventare legge dovrà ora … Continua a leggere...

blocco2

Dal primo ottobre ferme migliaia di auto fino a marzo

Il nuovo protocollo, come informa sul web il Diario di Torino,  è stato firmato a Palazzo Lascaris. Coinvolta non solo la città di Torino, ma anche 33 comuni del Torinese tra cui Rivoli, Orbassano e Venaria. Il divieto rimarrà in vigore fino al 31 marzo

TORINO – Mancano poche settimane all’entrata in vigore del provvedimento antismog firmato a Palazzo Lascaris. … Continua a leggere...

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

I nuovi test. Emissioni e consumi: ora l’auto è più sincera

È entrato in vigore il 1 settembre il nuovo ciclo di omologazione Wltp: le misurazioni in Europa diventano più verosimili, anche se non del tutto.

Quella dei consumi dichiarati dalle case costruttrici è da sempre una delle “barzellette” peggiori da ascoltare per chi possiede un’automobile, o si appresta ad acquistarne una. Secondo uno studio pubblicato dall’International Council of Clean Transportation Continua a leggere...

incidenti

In aumento del 3,6% gli incidenti con investimento di pedone

Tra il 2015 al 2016 in Italia gli incidenti stradali con investimento di pedone sono aumentati del 3,6%, mentre sempre nello stesso periodo gli incidenti stradali in generale sono cresciuti dello 0,7%. Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Studi Continental su dati Istat, elaborazione che mette in evidenza che in Italia nel 2015 vi sono stati 174.539 incidenti stradali, … Continua a leggere...