sistino2

Miacar.it: come comprare online un’auto nuova e risparmiare in tutta sicurezza.

Il mercato dell’auto continua a crescere, ma un grande numero di auto già prodotte rimane comunque sui piazzali in attesa di un Cliente.
Per questo nasce MiaCar, che non vuole esserel’ennesimo nuovo operatore in un mercato vecchio, ma un modello di business innovativo sia per clienti che per i concessionari.

Come funziona MiaCar?
È ormai assodato che la maggior parte dei clienti che vuole acquistare un’auto nuova decide la marca e il modello documentandosi su Internet, ma questo è solo l’inizio. La fase successiva comporta un impiego di tempo libero per visitare i Concessionari dove trattare le condizioni più vantaggiose e valutare i tempi di consegna.

Spesso l’esitazione è fra diversi modelli e i concessionari sono tanti, e non si possono visitare tutti.

Per questo, sul sito www.miacar.it sono state selezionate e negoziate le migliori offerte di auto nuove e km0 offerte dai concessionari.

Quali sono i vantaggi di MiaCar?
Attraverso il sito, il cliente trova l’auto che desidera alle migliori condizioni, senza rischi e ovviamente con la garanzia della Casa.

Grazie a questo nuovo modello di business, il concessionario accede a un canale di vendita aggiuntivo e inedito, e rende così più veloce la rotazione del parco nuovo.

Le auto presenti su MiaCar non sono annunci, sono vetture vere in pronta consegna, con prezzi scontati dettagliati e senza sorprese.

L’auto scelta si può prenotare versando online un piccolo importo pari a circa il 2,5% del prezzo della vettura, che verrà poi dedotto dal prezzo totale ed è quindi senza costi per i Clienti.

Il Concessionario invierà immediatamente il contratto di vendita, con 3 giorni di tempo per confermare l’acquisto o cambiare idea.

Se il cliente cambia idea e non intende procedere all’acquisto l’intero anticipo verrà restituito senza penali o costi accessori.

In caso di conferma, il saldo (il prezzo indicato sul sito meno l’anticipo) sarà versato direttamente al concessionario prima della consegna vettura.

In più, il Cliente potrà scegliere le vantaggiose condizioni di finanziamento riservate ai Clienti MiaCar da un pool di partner specializzati che comprende i leader di mercato fra cui FCA Bank e Findomestic; sono condizioni dedicate, più vantaggiose di quanto non si trovi sul mercato.

La consegna presso il Concessionario consente al cliente di avere tutti i vantaggi dell’acquisto tradizionale fra cui la preparazione e la presentazione della vettura e delle sue caratteristiche da parte di personale specializzato. Perché comunque nessuno come il concessionario ufficiale ha la preparazione e la professionalità necessaria per quella specifica vettura.

Dopo aver ritirato la vettura, il compratore ha ancora 14 giorni per provarla: se non è soddisfatto, può riportarla al Concessionario e venire rimborsato se non ha percorso più di 250Km o subito danni.

Miacar è appena stato lanciato ma si possono già trovare molte vetture di tutti i prezzi, dalle super car alle utilitarie, sempre solo nuove o a KM0. MiaCar è per ora operativo nel Nord Italia ma molto presto si estenderà in tutto il paese.

Lorenzo Sistino è il fondatore di Miacar
A garantire sulla serietà del progetto basta il nome del fondatore: Lorenzo Sistino, che noi stimiamo conoscendolo bene, così come è apprezzato da tutto il mondo automotive italiano e non solo.

Lorenzo Sistino, fondatore e amministratore ha passato oltre 25 anni in Fiat e poi FCA sempre con ruoli di primo piano: è stato Amministratore Delegato del Brand Fiat e Vice President Commercial Operation in Europa per tutti i Brand del Gruppo, oltre ad essere stato Presidente del Brand IVECO e della New Holland.

Al suo fianco giovani emergenti del mondo digitale fra cui Fabio Sferruzzi co-fondatore del Talent Garden di Torino, il luogo dove trovano casa e si sviluppano le nuove start up, e Synesthesia, una software house in forte espansione specializzata in e-commerce che vanta collaborazioni con i più importanti brand italiani.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *