Le news, le normative, i comportamenti dei governanti sulle leggi e sulla burocrazia che ruotano intorno all’auto

Le città vietate alle auto: da oggi a Parigi l’inizio della fine

Vietare le automobili in città. Il progetto è chiaro e mirato, le modalità progressive ma incalzanti. Come le date di una rivoluzione che, da annunciata, ora diventa reale. Anne Hidalgo, sindaco di Parigi, prosegue con la sua politica anti-traffico nella capitale francese: da oggi, mercoledì 1 luglio, infatti entreranno in vigore i divieti di circolazione per le auto e i … Continua a leggere...

Quando la mancata manutenzione costa la vita in autostrada

“I guardrail di Acqualonga non erano a norma e Autostrade per l’Italia ne è responsabile.” La procura di Avellino, che indaga sull’incidente avvenuto il 28 luglio 2013 sull’autostrada A16 in cui persero la vita 39 persone che viaggiavano su un autobus granturismo precipitato da un cavalcavia a causa del cedimento delle barriere di contenimento, ha reso note le motivazioni della … Continua a leggere...

Le auto che circolano nel nostro Paese hanno in media un’età di quasi 10 anni

Le auto che circolano nel nostro Paese hanno in media un’età di 9 anni e 11 mesi. Non solo si tratta di un livello particolarmente alto, ma è anche sensibilmente cresciuto negli ultimi anni, quando, a causa della crisi economica, le vendite di autovetture sono molto calate e quindi anche il rinnovo del parco circolante è rallentato. Il risultato, mette … Continua a leggere...

Economia ravvivata anche grazie alle auto storiche

Se i politici ogni tanto ci pensassero… Chi possiede una vettura o motocicletta storica, è un produttore di economia. Non soltanto perché fa lavorare l’indotto per mantenere in ordine il proprio veicolo (o rimetterlo a nuovo seguendo il più possibile metodi e facendo usare materiali dell’epoca), ma perché il proprio mezzo lo deve far girare ogni tanto, specie durante il … Continua a leggere...

Il ritorno (dopo l’ibernazione) di Alfa Romeo

Il ritorno sulla scena mondiale del marchio automobilistico italiano Alfa Romeo è ricco di significati. Anche se in tutti questi anni il Biscione non si è mai mosso dall’Italia, grazie alla resistenza di Sergio Marchionne, ad di Fiat Chrysler Automobiles, alle lusinghe e ai tanti (ma forse non abbastanza) soldi che il gruppo Volkswagen avrebbe messo sul piatto, … Continua a leggere...

Le tariffe assicurative italiane sono sempre le più care, ma cambiando Compagnia si può risparmiare fino al 22%

Salvatore Rossi, direttore generale della Banca d’Italia e presidente dell’Ivass, l’ente di controllo del settore assicurativo‎, ha presentato la relazione sull’attività svolta dall’Istituto nel 2014. E manco a dirlo, un ennesimo record negativo per il nostro Paese: in Italia, infatti, ci sono le tariffe RC auto “più alte nel confronto internazionale”, benché siano calate nel 2014. Una delle cause principali … Continua a leggere...

La Commissione Europea blocca il pedaggio riservato agli stranieri sulle autostrade tedesche

È stato rimandata l’introduzione del pagamento di un pedaggio sulle autostrade tedesche riservato esclusivamente alle auto con targa straniera. Il bavarese Alexander Dobrindt, ministro federale dei trasporti tedeschi ha deciso di posticipare l’entrata in vigore della norma, che ricordiamo essere il simbolo della campagna elettorale del suo partito, la CSU. Non è che il tedesco si sia improvvisamente ravveduto sulla … Continua a leggere...

Il Valentino ci ha ricordato che l’auto è ancora passione…nonostante “loro”

E pensare che c’è gente che sostiene la fine dell’automobile. Ovvero, basta avere a che fare con queste scatole a quattro ruote maleodoranti e puzzolenti, buone solo per aumentare gli incassi del fisco. Poi ti ritrovi sul viale del Parco del Valentino con una Lamborghini Aventador da 318 mila euro dal colore improbabile e sotto la pioggia vedi genitori e … Continua a leggere...

Un Viaggio in Italia con la carrozzina, ma senza limiti

Un bel “Viaggio in Italia” aspetta Danilo Ragona e Luca Paiardi – entrambi disabili a causa di incidenti subiti da ragazzi. I due coraggiosi amici percorreranno oltre 12.500 chilometri attraverso 12 regioni e 15 città, useranno tutti i mezzi di trasporto possibili (treno, autobus, barca a vela, fuoristrada, automobile, carrozzina, handbike, autostop)… non contenti, si cimenteranno in diverse sfide sportive … Continua a leggere...

Salute e sicurezza, un secolo di pubblicità progresso: i poster vintage

Condiviso da:  www.repubblica.it

I poster vintage su salute e sicurezza di Pubblicità Progresso

[…]

 

2sicurezzabici

 

 … Continua a leggere...

In futuro prossimo le auto si bloccheranno se guidate da un ubriaco. Ma oggi ?

Con la tecnologia si può bloccare un automobilista che si mette alla guida ubriaco? Sì, quasi

È, infatti, in una fase molto avanzata la sperimentazione del progetto DADSS (Driver Alcohol Detection System for Safety) che riesce a “leggere” in modo automatico la presenza di alcol nel sangue del conduttore e quindi a bloccare automaticamente la messa in moto del veicolo.… Continua a leggere...

Assicurazioni: siamo alla frutta!

Anche se chi mi conosce sa che vivo di eterne illusioni, tanto per darvi la misura della mia fiducia e attenzione all’essere umano, che preferisco un milione di volte alla tecnologia e all’informatizzazione selvaggia, non ho mai fatto il Telepass e, a meno di code chilometriche, preferisco non usare bancomat o viacard perché, nella mia testa sicuramente da sognatrice, ritengo … Continua a leggere...

80 Euro

Cosa sono 80 euro al giorno d’oggi? Tradotto in cose pratiche sono una spesa settimanale per tre persone, un pieno per una vettura media o 4.000 auto. Sì, avete letto bene. Ma di quali quattro migliaia di vetture stiamo parlando? La risposta arriva dalla differenza di prezzo grazie alla quale Volkswagen Group Firenze Spa si è aggiudicata la fornitura di … Continua a leggere...

Dimenticanza fatale

Negli Stati Uniti, dicono le fredde statistiche, ben 36 bambini all’anno muoiono in tenera età dimenticati dai genitori in vetture che diventano scatole infernali. Accade, c’è la probabilità: il cervello dei genitori che crea un “cortocircuito”. Complice la fretta e la routine. Succede a tutti di dimenticare oggetti in posti impensabili. Il caso più simile che mi viene in mente, … Continua a leggere...