image4-500x281

La F1 va al Max, la Ferrari va al minimo

Benvenuti nel futuro della Formula 1. Max Verstappen  a 18 anni ha preso al volo la prima occasione della sua vita da pilota. Dopo 26 gare  in Toro Rosso, sale sulla Red Bull e al primo weekend da grande costruisce un’impresa storica. Mostruosa. Grande grandissimo Verstappen. Grande grandissima Red Bull a prendersi una soddisfazione che mancava dal 2014. Non c’era la Mercedes dopo il Big Bang iniziale, ma c’era la Ferrari e la Red Bull l’ha battuta nettamente con un ragazzino che ha la metà degli anni di Raikkonen…

Dice giusto  Arrivabene: ci spettavamo un’altra doppietta. Non il secondo e il terzo posto. La Ferrari aveva il dovere di vincere una volta sparite le Mercedes… Invece non c’è stato nulla da fare. Kimi ha tirato come un pazzo, era anche più veloce in due parti (su tre) della pista, ma non ha potuto farci nulla. La Ferrari in Spagna ha fatto la figura del gambero. Inutile fare la caccia alle streghe. Inutile mettere Arrivabene sulla graticola. Bisogna soltanto lavorare. E magari fare meno proclami (vero presidente?).

Bravo comunque Kimi, meno Vettel che ho trovato esageratamente nervoso quando Ricciardo (poi rallentato da una foratura) lo ha attaccato alla prima curva al 58° giro. Bravo nella reazione in pista, meno per l’urletto via radio. Se uno non ci prova lì allora vietiamo i sorpassi…

L’inno olandese porta aria nuova nel vecchio mondo della Formula 1 che da oggi sa di avere in casa il fenomeno del futuro, il predestinato. Costruito da papà Jos mattoncino dopo mattoncino ha bruciato il vecchio record di Vettel diventando a 18 anni e 7 mesi il più giovane vincitore della storia.

Il Big Bang Mercedes dopo 30″ ci ha regalato una gara ad alta tensione: come sarebbe bella la Formula1 senza una squadra nettamente più forte delle altre… Grazie a Hamilton e Rosberg per il regalo.. Per Lauda sono stati stupidi, ma hanno avuto l’effetto di una signorina poco vestina nell’home page di un sito internet: hanno fatto impennare l’audience… Senza di loro ci siamo divertiti, eccome. Di chi la colpa? Per me più di Nico che ha chiuso violentemente la porta a Lewis costringendolo a uscire sull’erba e a provocare il patatrac. Ma solo in squadra sanno se c’era l’accordo di non attaccarsi oltre la prima curva. (Tratto da Top Speed.gazzetta.it)

2 commenti
  1. Mister X
    Mister X dice:

    e dire che Marchionne si era pubblicamente sbilanciato affermando che la Ferrari avrebbe vinto in Spagna. Mercedes ha fatto di tutto per non smentirlo, ma non e’ bastato…e Montezemolo continua a ridere!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *